Auto elettriche, la “bocciatura” è totale: arriva l’annuncio che cambia tutto

Duro colpo per le auto elettriche, con una bocciatura che è un duro colpo per un’azienda molto nota nel mondo dei motori.

Sempre più realtà di altissimo livello stanno cercando di lanciarsi nel mondo delle automobili elettriche, con le vetture a impatto zero che rappresentano il futuro a tutti gli effetti. Sono però ancora molti ad avere delle perplessità su questi veicoli, anche perché ormai sono moltissime le società che stanno provando a lanciarsi in sviluppi tecnologici alle volte eccessivi.

stop auto elettriche guida autonoma
Auto elettriche, altra bocciatura (allaguida.it)

Non vi è dubbio alcuno sul fatto che in questo momento il grande sogno delle auto elettriche è quello di dare vita il prima possibile a dei mezzi che possano essere capaci di guidarsi in maniera autonoma. Questo rappresenterebbe senza alcuna ombra di dubbio una delle più grandi rivoluzioni mai viste nella storia delle quattro ruote.

Ovviamente per poter avere il via libera per l’omologazione di queste automobili è necessario passare una serie di rigidi test, perché fare sì che la propria auto possa guidarsi autonomamente è un azzardo e un rischio che di certo non tutti vogliono correre. Finché però ci saranno dei controlli accurati tutto non può far altro che andare per il verso giusto, peccato che non sempre le cose vadano per il verso giusto.

Accade dunque che anche dei grandi colossi commerciali a un certo punto debbano fare i conti con la realtà. Una di queste è la General Motors che di recente si era vista inizialmente omologare la guida autonoma di un proprio modello, ma ora che i test sono andati maggiormente nello specifico si è tolta questa possibilità.

GM Cruise: la California contro la guida autonoma

In particolare sono gli Stati Uniti che stanno cercando di sviluppare quanto più possibili le automobili con la presenza e l’aiuto della guida autonoma. Tocca ora alla General Motors mettersi in mostra con il proprio primo grande modello capace di guidarsi in totale libertà, con la Cruise che in un primo tempo aveva passato tutti test.

GM Cruise, bocciata la guida autonoma
GM Cruise (getcruise.com – allaguida.it)

Il problema però ora sorge nel momento in cui uno degli Stati principali come la California si sia opposta. Infatti secondo il Dipartimento dei Trasporti dello Stato federale californiano non ci sono più le condizioni per far sì che General Motors testi la Cruise sulle strade in questi confini. Un cambiamento davvero incredibile, visto come l’autorizzazione era giunta solamente tre mesi fa e nessuno sembrava potersi mettere in mezzo.

Stando a quanto riporta formulapassion.it, le dichiarazioni del Dipartimento dei Trasporti della California sottolineano come queste vetture non siano sicure per le operazioni pubbliche. La Cruise è un’azienda che è nata nel 2013 ed è integrata all’interno del Gruppo della General Motors e con quest’auto puntava a dare vita a dei robotaxi in grado di trasportare le persone senza aver bisogno del tassista.

Si tratta dunque di un cambiamento davvero radicale e che sicuramente spaventa anche i più progressisti al mondo. In questo momento è necessario però continuare a preservare il più possibile la vita dei cittadini e al momento la guida autonoma dei taxi non è ritenuta idonea in California.

Impostazioni privacy