Auto elettriche, Stellantis sperimenta la ricarica a induzione

Il gruppo, nato dalla fusione di PSA ed FCA, ha inaugurato il circuito “Arena Del Futuro” per testare sul campo la rivoluzionaria ricarica elettrica ad induzione dinamica.

Auto elettriche, Stellantis sperimenta la ricarica a induzione

Auto elettriche, ricarica a induzione - Foto credits Stellantis media

Ricaricare le auto elettriche mentre sono in marcia: è questa la nuova frontiera del mondo auto e anche l’obiettivo di Stellantis, il gruppo nato dalla fusione di FCA e PSA, che ha inaugurato il circuito “Arena Del Futuro” per testare sul campo la rivoluzionaria ricarica elettrica ad induzione dinamica. Un metodo nuovo per ricaricare i mezzi a batteria mentre sono in movimento, grazie a un trasferimento di energia in modalità “wireless”.

Come funziona la ricarica a induzione

La nuova tecnologia è in fase di sperimentazione sul nuovo circuito. L’anello di prova ha una lunghezza di 1.050 metri, è alimentato con una potenza elettrica pari a 1 MW e presenta delle corsie cablate, dove delle spire annegate nell’asfalto permettono la ricarica dei veicoli dotati di sistema DWPT. Si tratta di una tecnologia che alimenta le vetture elettriche mentre sono in movimento, senza l’utilizzo di fili e collegamenti, con il trasferimento di energia dall’asfalto alle batterie in modalità wireless. La strategie elettrica del gruppo, però, non si limita a questo visto che il gruppo ha intenzione di investire oltre 30 miliardi di euro entro il 2025; l’obiettivo è quello di offrire ai clienti non solo vetture all’avanguardia, capaci di grandi autonomie e velocità di ricarica ultrarapide, ma anche un ecosistema di servizi in grado di soddisfare ogni bisogno di una clientela sempre più esigente.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti