Auto rubate, diminuiscono i furti in Italia

I furti di auto in Italia sono diminuiti del 5,5% nel 2010

da , il

    Auto rubate, diminuiscono i furti in Italia

    I furti di auto in Italia sono diminuiti del 5,5% nel 2010, questo è quanto emerge da una ricerca condotta da LoJack, azienda che si occupa del recupero dei veicoli. Le regioni più colpite sono Lazio, Campania, Lombardia, Puglia e Sicilia e la più rubata è la Fiat Panda, seguita dal Punto, Uno, 500 e Lancia Ypsilon. La classifica è stata stilata in base ai dati che sono stati forniti dal ministero dell’Interno.Guarda anche: Sono le auto più alla portata quelle che vengono sottratte ai proprietari, per la vendita dei pezzi di ricambio o per essere rivendute sul mercato nero, oltre che per compiere attività criminali. Nel 2010 sono state rubate 124.197 auto, il 5,5% in meno rispetto alle 130.944 del 2009, con 38.783 motocicli e 2.908 automezzi pesanti. Una media giornaliera di oltre 340 autovetture, 14 ogni ora e una ogni 4 minuti. Sicuramente meno rispetto al passato, ma non basta. Nel 2000 erano state addirittura 222.000. Lo scorso anno quasi il 60% dei furti si è verificato nelle province di Roma (16,4%), Napoli (12%), Bari (8,1%), Milano (10,8%), Catania (6,8%) e Torino (5,2%).

    Le regioni dove si concentra la aggior parte dei furti sono: Lazio (18%), Campania (16,6%), Lombardia (15,6), Puglia (14,4%) e Sicilia (12,4%). I furti diminuiscono, ma si riducono anche le possibilità di recuperare la propria auto. Il numero di quelle che poi vengono ritrovate è ancora in calo: erano circa 130.000 nel 1990, 123.000 nel 2000 e solo 58.799 nel 2010. La percentuale dei ritrovamenti scende quindi dal 48,8% del 2009 al 47,3% dello scorso anno. Le soluzioni di rilevamento e recupero si basano attualmente sulla tecnologia wireless ad alta frequenza e sulla integrazione diretta on le Forze dell’ordine, nonostante abbiano raggiunto una percentuale di successo del 90%, non sempre bastano.