Auto storiche, ASI si schiera contro la proposta di revoca dall'esenzione sul bollo

L'Automotoclub Storico Italiano, attraverso le parole del suo presidente Alberto Scuro è pronto a far valere le proprie ragioni per tutelare il patrimonio automobilistico italiano

Auto storiche, ASI si schiera contro la proposta di revoca dall’esenzione sul bollo

L’ASI scende in campo contro la proposta di abolire lo sconto previsto sul bollo per le auto storiche, ossia quelle vetture con un’età compresa tra i 20 e i 30 regolarmente iscritte all’Automotoclub Storico Italiano. A sottolinearlo è Alberto Scuro, presidente Asi, che ha chiarito come “ASI farà tutto il possibile affinché tale emendamento non venga convertito in legge“.

Lamborghini Mura – Lamborghini Media

L’ASI in prima linea per le auto storiche italiane

Nel disegno di legge di conversione del Decreto Fiscale, infatti, sono stati proposti tre diversi emendamenti che mirano ad abolire la possibilità di pagare il bollo auto di questi veicoli con una riduzione del 50%. “L’emendamento potrebbe avere effetti gravissimi nel settore, e non solo sul piano economico. Si andrebbe anche a minare il valore culturale, attuale e futuro, di questi veicoli. Se la preoccupazione è che gli autoveicoli che godono della tutela fiscale siano troppi, la si può facilmente smentire: in base ai dati della Motorizzazione al 2 novembre 2021, sono in tutto 66.050. Cioè lo 0,14% dei 47.564.572 autoveicoli circolanti in Italia e l’1,12% dei 5.908.824 autoveicoli ventennali“, ha concluso Scuro pronto a fare tutto il possibile per tutelare il patrimonio automobilistico italiano.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti