Autonomia e ricariche: spunta l’app che ti salva il viaggio

Autonomie e ricariche di un’auto elettrica, quando due fattori così semplici possono diventare un incubo. Per fortuna c’è l’app che può letteralmente salvarti il viaggio e tirarti fuori dai guai: ecco come funziona

L’avvento dell’elettrico tarda ancora a sbocciare del tutto in Italia, che non brilla tra i Paesi europei più avvezzi alle vetture EV. Mancanza di colonnine, spese di gestione relativamente alte e tutta una serie di componenti che rallentano la diffusione del nuovo che avanza. E soprattutto, che non semplifica certo la vita di chi invece ha già deciso di passare ad un’automobile totalmente elettrica. Non il massimo se si considera che, in Italia, l’auto è ancora il mezzo principale utilizzato dai viaggiatori e dai pendolari.

E che sia per piacere o per lavoro, quando si affronta un viaggio a bordo di una vettura elettrica ci sono sempre due preoccupazioni su tutte. Quali? L’autonomia e le ricariche. Come accennavamo prima, il problema principale è la diffusione scarsa o assente di colonnine di rifornimento per le EV lungo ampi tratti del nostro Paese. E a volte, anche quelle riscontrabili sul tragitto, non sono sempre funzionanti o efficienti al 100%.

Un bel guaio per chi si ritrova a viaggiare spesso, pur avendo un’auto elettrica, che a differenza di quelle tradizionali non può ancora fare affidamento su una rete di rifornimento affidabile come quella dei carburanti fossili. Eppure, un modo per venirne a capo c’è. E può essere una vera manna dal cielo se siete viaggiatori frequenti con la vostra vettura full electric.

Viaggiare con un’auto elettrica: con questa app sarà tutto più semplice, salverà la vostra batteria

Un modo c’è, dicevamo. E ha un nome ben precisoA Better Routeplanner. Si tratta di un’applicazione disponibile sia per i devices Android che per i devices iOS, che molti già conosceranno forse sotto l’acronimo (decisamente più comune) di ABRP. Con milioni di download, è una delle app più utilizzate per pianificare i viaggi a medio e a lungo raggio con l’auto elettrica. L’algoritmo che la muove, infatti, calcola interi itinerari di viaggio, tenendo conto di migliaia di variabili. Il tutto con un obiettivo: mostrarvi e porre in preventivo i tanti punti di ricarica disponibili lungo il tragitto teorizzato.

Applicazione viaggio per auto elettrica
ABRP, l’app che salverà i vostri viaggi a bordo di un’auto elettrica (ANSA) allaguida.it

Chiaramente, alcuni fattori dovranno essere calcolati dal vostro buon senso e dalla vostra esperienza in prima persona. Tuttavia, gli itinerari calcolati da ABRP sono assolutamente affidabili e funzionano nella gran parte dei casi. Soprattutto, evitano che possiate trovarvi con la batteria a terra lungo il vostro viaggio ed essere anche troppo lontani dalla stazione di ricarica più vicina. Una vera ancora di salvezza per chi ha sperimentato (o già solo ci è andato vicino) lo sconforto di restare senza energia con la propria vettura EV.

Tutto bello, ma come funziona? Mini guida per l’utilizzo di A Better Routeplanner

Detto questo, come funziona? In primis, dovrete installare A Better Routplanner sul vostro dispositivo. L’applicazione è completamente gratuita, ma è possibile passare ad una versione premium mediante il pagamento di un abbonamento (dal costo annuale di 4,99 euro al mese o di 49,99 euro all’anno, ndr). Chiaramente, la modalità a pagamento offre decisamente più possibilità e un maggior grado di personalizzazione. Potrete registrare, infatti, più veicoli su unico account, di salvare ed esportare più storici di un viaggio, nonché potrete visualizzare tutta una serie di parametri del vostro viaggio in tempo reale. Un esempio? Il meteo, ma anche i dati più aggiornati sul traffico e non solo.

La feature salva-viaggio, però, è quella anticipata poc’anzi: il calcolo delle colonnine di ricarica disponibili lungo il tragitto. Ed è un calcolo che tiene conto anche delle specifiche tecniche della vostra auto, della sua batteria, del suo carico e di mille altri fattori cruciali per prevedere l’autonomia del comparto elettrico. Infatti, dopo esservi registrati rapidamente, vi sarà chiesto di inserire la marca ed il modello della vostra auto, se avrete con voi peso extra o passeggeri, le condizioni meteo e della strada. E ancora: potrete anche indicare lo stato di batteria alla partenza e quale dovrà essere lo stato minimo della batteria al vostro arrivo. Di qui, vi verrà chiesto poi di scegliere il percorso più adatto alle vostre esigenze. Sia ‘energetiche’ che di tempo.

Nonostante qualcosina ancora da dover registrare, A Better Routplanner è un’ottima applicazione e può salvarvi dalle situazioni più antipatiche. Viaggiare a bordo di un’auto full electric non è così semplice come potrebbe esserlo a bordo di una più tradizionale, ma con ABRP le cose si semplificano. Una buona idea può essere quella di affidarsi all’app, senza però diventarne schiavi o fidarsi troppo ciecamente. L’imprevisto è sempre dietro l’angolo: viaggiatore avvisato, viaggiatore mezzo salvato.

Impostazioni privacy