Bentley Continental GT Ice Race, la versione "vestita" per correre sul ghiaccio

Bentley GT Continental per Ice Race profilo

Una Bentley Continental GT vestita da neve per per correre la folle corsa sul ghiaccio GP Ice Race 2020 di Zell am See, località austriaca vicina a Salisburgo; è questa l’audace idea avuta dal marchio britannico che sarà guidata, per l’occasione, dalla rallysta Catie Munnings vincitrice del FIA European Rally Championship Ladies Trophy, ex conduttrice del programma televisivo CBeebies Catie’s Amazing Machines e figlia dell’ex pilota di rally Chris Munnings.

Obiettivo della casa inglese, così come fatto con successo alla Pikes Peak Hill Clim, la celebre gara in salita negli Stati Uniti, è quello mettere a punto un’auto da corsa il più possibile derivata da quella stradale, dimostrando che la Continental GT può ben figurare in gara pur senza grossi stravolgimenti. Proprio per questo Bentley ha aggiunto all’auto un roll bar di sicurezza, l’estintore, sedili a guscio e cinture a 4 punti d’ancoraggio Sparco, mentre all’esterno cambiano lo scarico, i passaruota (le carreggiate sono più ampie di 1,5 cm), l’assetto – ora rialzato – ed i pneumatici, dotati di piccoli chiodi per migliorare l’aderenza sul ghiaccio. Non mancano modifiche funzionali, come i fari supplementari, o estetiche, compreso il porta-sci al tetto.

Bentley Continental GT Ice Race, un bolide per le nevi

La Continental GT vestita per la Ice Race girerà con la livrea che rende omaggio all’inglese Hill Climb, autore del record alla Pikes Peak International nel 2019, versione che ne condivide anche lo stesso motore. Il TSI a turbocompressore W12. L’unità da 6,0 litri eroga 635 Cv e 900 Nm di coppia, con un tempo da 0-100 km/h di 3,7 secondi e una velocità massima di 333 km/h.

La prima edizione della Ice Race risale addirittura al 1937. Interrotta dopo 45 anni di storia, lo scorso anno è tornata a essere presente sul calendario del motorsport. C’è tanta carica agonistica quindi nelle parole della pilota Catie Munnings. ”L’opportunità di correre con Bentley a Zell am See è un’occasione da non perdere. Questa auto mi toglie il fiato, e in realtà non riesco ancora a credere che mi scatenerò al volante di una Bentley per fare una gara sul ghiaccio. Mi sono allenata sul ghiaccio poco prima di Natale. All’inizio ho pensato che sarebbe stato pesante, ma sono rimasta sorpresa da quanto la Continental GT sia dinamica, agile e reattiva. Può danzare come un’auto da rally leggera e non vedo l’ora di gareggiare in un evento così iconico”. Insomma una cosa folle da non perdersi. Quest’anno si gareggia il fine settimana, 1 e 2 febbraio.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!