Bentley ha un ascensore per auto che porta direttamente in appartamento

Bentley Motors ha annunciato che il Bentley Residences di Miami offrirà a tutti i residenti un garage per quattro auto con spazio per i punti di ricarica EV

ascensore per auto bentley

Fonte Bentley

Fenomenale, super lusso, quasi incredibile. L’auto si parcheggia accanto all’appartamento. E quando si parla di brand super luxury, di mezzo non può che esserci Bentley. Ma com’è possibile tutto ciò? Grazie ad un ascensore per auto chiamato Dezervator.

Ascensore per auto, facciamo un passo indietro

L’anno scorso, Bentley ha annunciato i suoi piani per sviluppare il primo progetto immobiliare a marchio Bentley al mondo a Sunny Isles Beach, Miami, in collaborazione con uno sviluppatore immobiliare con sede in Florida, Dezer Development. 

Chiamato Bentley Residences , il grattacielo di 61 piani è stato pubblicizzato come la torre residenziale sul mare più alta d’America a Miami. Uno dei punti salienti della torre super lussuosa è che ogni residenza avrebbe avuto un garage interno per più auto. 

Il marchio di lusso britannico ha quindi ora rivelato ulteriori informazioni che ci dicono come le auto verranno trasportate su e giù per l’edificio di 228 metri. L’accesso al garage interno sarà fornito da un ascensore per auto innovativo che è stato soprannominato “Dezervator”, proprio dal nome del partner di sviluppo Dezer Development.

Dalla strada all’appartamento

ascensore per auto Bentley Residences

L’ascensore Dezervator sarà in grado di trasportare un’auto e i suoi passeggeri direttamente dalla strada all’appartamento in una sola mossa, anche all’ultimo piano dell’edificio. 

Salire sul Dezervator, stando seduti nella propria auto, viene indicata come un’esperienza unica, con i piani inferiori della tromba dell’ascensore racchiusi da un vetro che offre una vista panoramica completa delle aree comuni dell’edificio.

Ogni residente disporrà di un garage personale per tre o quattro auto all’interno del proprio appartamento, completo di opzione per la ricarica dei veicoli elettrici, un garage personale, comodo e sicuro per la propria collezione di auto, fino al 61° piano.

Tutte le auto dei residenti saranno dotate di adesivi RFID che verranno scansionati automaticamente all’arrivo nell’edificio, attivando un sofisticato sistema di illuminazione che guiderà il conducente verso il Dezervator corretto per raggiungere il proprio piano.

La tecnologia adottata riconosce l’ID e conduce direttamente all’appartamento impostato nel sistema, senza che il conducente debba scendere dalla vettura.

Gli appartamenti sul lato est dell’edificio disporranno di un garage di 144 mq in grado di ospitare fino a quattro veicoli, mentre i residence sul lato ovest disporranno di un garage di 106 mq che potrà ospitare fino a 3 auto. Le Bentley Residences dovrebbero essere completate entro il 2026.

Per ora l’ascensore per auto Bentley è realtà virtuale

Nel frattempo le Bentley Residences possono essere visitate in realtà virtuale, con tutti gli spazi comuni e i lussuosi appartamenti definiti con Unreal Engine.

Unreal Engine è una piattaforma di gioco che fornisce una riproduzione 3D avanzata, uno strumento utilizzato dagli sviluppatori di giochi e adattato ad-hoc per essere utilizzato nel tour virtuale delle Bentley Residences.

Gli utenti del tour in realtà virtuale possono sperimentare i Dezervator, i garage interni e altro ancora.

Infatti, l’intero layout delle unità est e ovest dell’edificio Bentley Residences sarà disponibile per un’anteprima virtuale. Appartamenti completi di piscine con balcone, il cinema, la sala giochi, il centro benessere e la spa, il whisky bar, la cigar lounge, il ristorante e la splendida hall.

Che si tratti di viaggiare per i 61 piani attraverso il Dezervator o di esaminare gli squisiti dettagli di design degli spazi comuni, il tour virtuale è destinato a stimolare la fantasia e l’attenzione dei potenziali residenti ora che le vendite sono ufficialmente aperte.

I prezzi degli appartamenti della Bentley Residences partono da 4,2 milioni di dollari.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!