Bentley e LifeScore, il progetto per la "musica adattiva" in auto

Bentley lancia un progetto rivoluzionario insieme a LifeScore, per creare una colonna sonora sempre diversa a seconda degli stili di guida

Bentley

Foto Shutterstock | Christopher Lyzcen

Ascoltare della buona musica in macchina è sicuramente tra i grandi piaceri per molti guidatori. Bentley guarda proprio a questo e ha comunicato di essere in grado di dimostrare di essere in grado di produrre una composizione di “musica adattiva”. Questa, secondo quanto emerso, permetterebbe di comporre una colonna sonora basata sullo stile di guida dei conducenti delle auto della casa automobilistica di Crewe.

Il progetto di Bentley in collaborazione con LifeScore, esperti di “musica adattiva”

Attraverso questo innovativo sistema, pensato in collaborazione con LifeScore, le Bentley saranno in grado di comporre dal vivo della musica strumentale adatta allo stile del guidatore. L’azienda con cui la casa automobilistica collabora è esperta nel campo della “musica adattiva”. L’obiettivo del progetto di Bentley e LifeScore è quello di riuscire a creare, all’interno della macchina, un ambiente musicale che si adatti alle condizioni e allo stile di guida del conducente, che cambiano continuamente. In questo modo, la musica si adatterebbe ai diversi modi di guidare, da quelli più rilassati a quelli più sportivi e vivaci.

Le due aziende stanno lavorando insieme per creare degli algoritmi. Questi dovrebbero consentire di dare degli imput alle auto in tempo reale, di modo che la musica riesca ad adattarsi costantemente allo stile di guida del soggetto al volante. In questo modo, ogni viaggio si tradurrebbe in un’esperienza sempre diversa, caratterizzata da una “colonna sonora” realizzata in tempo reale.

LifeScore, azienda scelta da Bentley per questo progetto visionario, si avvale di musicisti di livello mondiale e strumenti sia classici che contemporanei. Inoltre, utilizza tecnologie all’avanguardia per la registrazione, che avviene presso i famosi Abbey Roads Studios. L’azienda utilizza oltre 50 microfoni per creare gli elementi audio e, grazie ad una banca dati quasi immensa, è possibile comporre più di 100 miliardi di tracce musicali uniche, per un viaggio in Bentley della durata di circa 60 minuti.

“Musica adattiva” per un’esperienza di guida sempre unica

Secondo quanto emerso, il progetto prevede che i musicisti creino dei blocchi di materiale musicale grezzo. Questi verranno poi selezionati e combinati in modi diversi di modo da genere la soundtrack perfetta in tempo reale.

L’innovativo progetto di Bentley e LifeScore permetterà così ai conducenti di vivere esperienze uniche al volante, con colonne sonore sempre diverse e praticamente infinite.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.