Benzina e diesel, proroga al taglio delle accise al 18 novembre

il Governo ha deciso di prorogare il taglio alle accise sui carburanti allunga lo sconto di 30 centesimi fino al 18 novembre

Una pompa di benzina

Foto Shutterstock | di Nakun

Buona notizie per gli automobilisti, alle prese con il rincaro dei prezzi dovute alla guerra tra Russia e Ucraina. Il Governo, infatti, ha deciso per un’altra proroga al taglio delle accise.

Dopo gli interventi di agosto e settembre, quindi, il Governo ha optato per allungare nuovamente l’orizzonte temporale della misura, che rimarrà in vigore fino al prossimo 18 novembre. A riportarlo è l’Ansa che sottolinea come l’intervento è previsto in un decreto legge ad hoc varato dal Consiglio dei ministri.

Taglio sulle accise ancora prorogato

Confermata anche l’entità della sforbiciata, pari a circa 30 centesimi su tutti i carburanti: benzina, diesel, Gpl e metano. Al fine di contrastare il perdurare della crisi energetica e, in particolare, l’aumento dei costi dei carburanti, in continuità con gli interventi emergenziali adottati nel corso del 2022, si prorogherà la misura quindi fino al 18 novembre 2022.

La misura riguarda la riduzione delle aliquote di accisa su prodotti energetici utilizzati come carburanti (aliquote di accisa sulla benzina, sul gasolio e sui gas di petrolio liquefatti (GPL) impiegati come carburanti); l’esenzione dall’accisa per il gas naturale per autotrazione; la riduzione dell’aliquota IVA (fissata al 5%) per le forniture di gas naturale impiegato in autotrazione.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti