BMW, clamorosa decisione sui prezzi: che batosta per gli automobilisti

BMW annuncia la decisione sui prezzi. La politica dell’azienda tedesca fa discutere: è una vera batosta per gli automobilisti. 

Non è un segreto che l’industria dei motori stia vivendo un momento non particolarmente semplice. I numeri di vendita dei veicoli a causa della pandemia sono a dir poco crollati, a fronte di costi che per le aziende sono invece aumentati esponenzialmente, tra ritardi e i maggiori investimenti richiesti dalla transizione all’elettrico. Va da sé, insomma, che nonostante il recente lieve rialzo dei numeri i bilanci delle principali aziende siano ancora messi e dura prova e di conseguenza continuino ad essere attentamente monitorati.

bmw decisione azienda prezzo mazzata
BMW, la decisione dell’azienda (AnsaFoto) – Allaguida

Per ovviare a questo problema e cercare di rialzare i numeri di vendita delle proprie automobili molte aziende hanno deciso di abbassare i prezzi delle proprie automobili, innescando una vera guerra sui prezzi. Tesla, tra tutti, ha deciso di tagliare e non poco i prezzi del suo listino, scatenando le lamentele dei competitors e innescando un effetto domino sul mercato. Non tutti, però, hanno deciso di seguire la politica dell’azienda di Elon Musk.

BMW, la decisione sui prezzi fa discutere

BMW ha infatti annunciato di volere stare alla larga dalla corsa al prezzo più basso innescata da Tesla. La casa tedesca, forte dei buoni riscontri ottenuti sul mercato, ha confermato di non avere l’intenzione né il bisogno di abbassare i costi delle proprie vetture. L’azienda, anzi, ha annunciato di aspettarsi buoni numeri di vendita anche per l’ultima parte dell’anno con l’attuale listino. “Abbassare i prezzi per guadagnare mercato non è la nostra strategia” ha annunciato il CEO di BMW Oliver Zips.

bmw decisione azienda prezzo mazzata
BMW, la decisione dell’azienda (BMW) – Allaguida

L’azienda, fa sapere, continua a crescere con i prezzi attuali, ritenuti “molto accettabili” dalla compagnia. Numeri alla mano, si fa fatica a dargli torto, visto che i numeri sono aumentati di più del 5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Anche i dati per quanto riguarda le vetture elettriche hanno soddisfatto l’azienda, che ha già raggiunto il target prefissato per lo scorso anno.

BMW, insomma, non ha nessuna intenzione di cambiare la propria strategia, e continua ad affidarsi alla qualità rinomata dei propri modelli. “I prodotti forti fruttano una forte domanda”. Questo il mantra dell’azienda, con buona pace di tutti gli appassionati, che speravano di potere avere qualche sconto sul prezzo di listino anche per i modelli della casa tedesca. BMW non raccoglie la sfida di Elon Musk, e continua a tirare dritto per la sua strada.

Impostazioni privacy