BMW i4 Concept, la sportiva elettrica tedesca del futuro

bmw i4 concept

Anche BMW torna a parlare elettrico e lo fa presentando una berlina “green”: il nuovo concept della casa tedesca, infatti, si chiama BMW i4 Concept, arriva dopo sette dal lancio della BMW i3 e prende il posto della Vision Dynamics presentata a settembre 2017 evolvendosi fino a diventare quello che può essere meglio descritta come una Serie 4 Gran Coupé completamente elettrica.

Una vettura che rappresenta uno sguardo al futuro e che entrerà in produzione nel 2021, quindi dopo il SUV compatto iX3, che dovrebbe essere in vendita entro la fine dell’anno. “La BMW Concept i4 porta l’elettrificazione al centro del marchio BMW”, afferma Adrian van Hooydonk, Senior Vice President BMW Group Design. Alla i4 Concept, quindi, è affidato il compito di portare la casa tedesca nel futuro sposando la causa elettrica alla quale la maggior parte delle case automobilistiche sta puntando con decisione.

BMW i4 Concept, 523 CV e batteria da 80 kWh

Questi nuovi veicoli sono tutti basati sul prossimo propulsore elettrico di quinta generazione della BMW. In particolare BMW i4 Concept può vantare una potenza di 523 CV (390 kW), con livelli di potenza simili a quelli di un’auto equipaggiata con un V8 motore, accelerando da 0 a 100 km/h in appena 4 secondi e raggiungendo una velocità massima di 200 km/h. Sotto il pianale, invece, avrà un contenuto energetico di circa 80 kWh raggiungendo un raggio operativo fino a 600 km nel ciclo WLTP. Dati che collocano il nuovo concept dell’azienda tedesca accanto all’attuale motore a combustione BMW V8 garantendo così un notevole passo avanti per la casa bavarese.

Dal punto di vista del look, invece, la BMW i4 Concept si presenta come una vettura rivoluzionaria, capace di snellire le sue proporzioni rispetto alle sorelle e un cofano motore lungo e affilato. Nell’anteriore spicca la nuova griglia che sarà il tratto distintivo delle nuove auto del marchio con il doppio rene e le prese d’aria verticali. Le fiancate riprendono un design piuttosto tradizionale mentre al posteriore si nota un profilo allungato del bordo del portellone e l’estrattore sdoppiato con la finitura che caratterizza i modelli elettrificati. Particolari, infine, gli specchietti con telecamere che danno un tocco ulteriore di modernità.

Tecnologia all’avanguardia per la BMW i4 Concept

Molta cura, poi, è stata riservata agli interni che rappresentano un’evoluzione rispetto alle tradizionali vetture a marchio BMW. Al centro del progetto c’è il display curvo – che racchiude la strumentazione e l’infotainment – con il display che presenta un numero di comandi fisici concentrando gran parte delle funzioni di bordo (inclusa la climatizzazione) e tre diverse Experience Mode che prendono il nome di Core, Sport ed Efficient capaci di modificare grafica, funzioni e illuminazione a Led interna. Nella variante Efficient, poi, debutta l’Assisted Driving View, che integra i dati dei sensori di bordo per dare modo al guidatore di anticipare le proprie manovre migliorando così i consumi. Presente, inoltre, anche il comando della trasmissione nella console centrale, trasformato in un pomello rotante con finitura crystal glass. Per quanto riguarda i sedili, invece, ci sono finiture Gold Bronze e abbinamenti tra la pelle trattata con materiali naturali e il tessuto mentre, per garantire un’esperienza di comfort senza precedenti, BMW ha collaborato con il compositore Hans Zimmer per realizzare un tema sonoro, chiamato BMW Iconic Sounds Electric, comprendente sia i classici avvisi, sia la procedura di apertura delle portiere e l’avviamento del propulsore con suoni studiati appositamente per adeguarsi alle varie modalità di guida.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!