Buono mobilità 2021 con rottamazione: come funziona e cosa cambia rispetto al Bonus Bici

Il buono mobilità 2021 entrerà in vigore il 1° gennaio 2021 garantendo incentivi sulla rottamazione di auto e moto vetusti. Scopri come richiederlo e quanto permette di risparmiare

Bonus mobilità 2021

Foto Shutterstock | di TimSiegert-batcam

Il buono mobilità 2021 con rottamazione è l’incentivo che a partire dal 1° gennaio 2021 sostituirà il Bonus Bici. Questo contributo, promosso dal Governo, ha l’obiettivo di snellire il parco veicolare vetusto favorendo l’acquisto di veicoli green friendly. Vediamo come funziona e come ottenere il bonus mobilità 2021, chi ne ha diritto e a quanto ammonta lo sconto.

Continua a leggere

Continua a leggere

Cos’è il buono mobilità 2021 con rottamazione

Il buono mobilità 2021 previa rottamazione è un incentivo riservato a chi decide di rottamare autoveicoli o motocicli inquinanti. Il bonus serve ad incentivare l’acquisto di veicoli a basse emissioni di CO2 nell’atmosfera. Il fondo a carico del Ministero dell’Ambiente, come previsto dal Decreto Clima, è pari a 180 milioni di euro. La conditio sine qua non per ottenere il buono mobilità 2021 è la rottamazione di un veicolo vetusto.

Come funziona il bonus mobilità

A partire dal 1° gennaio 2021 il buono mobilità dà diritto a incentivi in caso di acquisto di un nuovo veicolo. Nello specifico si possono ottenere:

  • 1.500 euro per ogni automobile rottamata da Euro o a Euro 3
  • 500 euro per ogni motociclo da Euro 0 a Euro 2 rottamato
  • 500 euro per ogni motociclo Euro 3 a due tempi rottamato

Si può accedere al buono mobilità 2021 con rottamazione dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021. La rottamazione deve avvenire nel 2021, mentre il contributo ricevuto deve essere utilizzato entro e non oltre i tre anni successivi, ovvero entro il 31 dicembre 2024. Le modalità e i termini per l’ottenimento e le erogazioni saranno definiti con un successivo decreto interministeriale attuativo.

Continua a leggere

Continua a leggere

Buono mobilità 2021: chi può richiederlo?

Possono beneficiare del bonus mobilità 2021 i cittadini italiani (anche coppie conviventi) residenti nei comuni interessati dalle procedure di infrazione comunitaria. Si tratta di quei comuni individuati attraverso le direttive n.2014/2147 del 10 luglio 2014 e 2015/20143 del 28 maggio 2015.

  • Campania: Acerra, Afragola, Aversa, Benevento, Caserta, Casoria, Castellammare di Stabia, Ercolano, Giugliano in Campania, Marano di Napoli, Napoli, Portici, Pozzuoli, Torre del Greco
  • Emilia Romagna: Carpi, Cesena, Faenza, Ferrara, Forlì, Imola, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini
  • Lazio: Guidonia Montecelio, Roma, Tivoli
  • Liguria: Genova
  • Lombardia: Bergamo, Brescia, Busto Arsizio, Cinisello Balsamo, Como, Cremona, Gallarate, Legnano, Milano, Monza, Pavia, Rho, Sesto San Giovanni, Varese, Vigevano
  • Marche: Ancona, Fano, Pesaro
  • Piemonte: Alessandria, Asti, Cuneo, Moncalieri, Novara, Torino
  • Puglia: Brindisi, Taranto
  • Sicilia: Bagheria, Gela, Modica, Palermo, Ragusa, Siracusa
  • Toscana: Carrara, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa, Pisa, Pistoia, Prato, Scandicci, Viareggio
  • Umbria: Terni
  • Veneto: Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza

Nel 2021 sarà inoltre possibile acquistare, tramite il suddetto buono, anche abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale.

Buono mobilità 2021 e bonus bici: cosa cambia?

Quali sono le differenze tra il buono mobilità 2021 e il bonus bici entrato in vigore lo scorso 4 maggio? Per prima cosa bisogna segnalare che se un cittadino ha disposto dell’incentivo nel 2020 (senza rottamazione), può richiedere il buono mobilità 2021 con rottamazione. Lo prevede la Legge Clima, senza fare distinzioni. Il Bonus Bici, la cui validità terminerà il 31 dicembre 2020, è invece un incentivo che permette di risparmiare fino a un massimo di 500 euro (o pari al 60% della spesa sostenuta) per l’acquisto di un mezzo a due ruote senza motore. Rientrano nel novero bici elettriche (a pedalata assistita) e muscolari, oltre ai veicoli della micromobilità elettrica: monopattini, monowheel, hoverboard, segway.

Continua a leggere

Continua a leggere

La differenza maggiore riguarda la platea dei beneficiari. Rispetto al buono mobilità 2021, infatti, il bonus bici è riservato ai cittadini residenti nei capoluoghi di regione e di provincia, nelle città metropolitane e nei comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti.  

Leggi anche: incentivi auto in Italia, via libera al bonus sugli Euro 6

Parole di Marco Ferri

Nasce come giornalista e vive di content marketing. Pubblicista dal 2010, già caporedattore allo sport per quotidiani regionali e direttore di testate online. Fatica sulle due ruote senza motore, si diverte come un bambino su quattro.

Da non perdere
Potrebbe interessarti