Car of the Year 2021: annunciate le 7 finaliste

Tra le sette candidate in lizza per vincere il prestigioso premio "Car of the Year", compare anche la nuova Fiat 500

automobile

Foto Pixabay | Tookapic

Come ogni anno, si avvicina l’assegnazione del “Car of the Year“, il prestigioso riconoscimento che premia le novità più interessanti del panorama automobilistico degli ultimi 12 mesi. Grazie a una giuria internazionale di 60 giornalisti provenienti dai più importanti periodici europei, il “Car of the Year” è uno dei premi più ambiti dalle case automobilistiche. Dopo che a dicembre erano state svelate le 29 candidate al premio, nei giorni scorsi sono state annunciate le 7 finaliste, tra cui compare anche la nuova Fiat 500, tra le auto più richieste nel mese di dicembre.

Car of the Year, le 7 finaliste

Insieme alla piccola vettura, icona del Made in Italy in tutto il mondo, arrivano in finale i seguenti modelli: Citroën C4, Cupra Formentor, Land Rover Defender, Skoda Octavia, Toyota Yaris e, infine, Volkswagen ID.3. Quest’anno le candidate erano 29, molte delle quali elettriche, in gara per aggiudicarsi l’ambitissimo riconoscimento di Auto dell’Anno.

Dopo la vittoria della Peugeot 208, tra le candidate in lizza compare anche la nuova Fiat 500 elettrica. Mai come quest’anno la classifica aveva incluso tanto modelli a propulsione elettrica: una scelta che riflettere l’evoluzione del mercato, sempre più propenso ad abbandonare i motori tradizionali, a favore dell’elettrico.

Quando si svolgerà la cerimonia finale

Dopo la selezione delle sette finaliste, avvenuta l’8 gennaio 2021, l’assegnazione finale del premio si prevede per il 1° marzo del prossimo anno. La cerimonia di premiazione, che solitamente si svolge al Salone di Ginevra, avverrà con ogni probabilità online, a causa delle possibili restrizioni per la pandemia. Tutte le automobili in lizza per il premio sono già in vendita.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.