Che auto guida il Presidente della Repubblica? Ecco i modelli più amati

Negli anni sono state tante le auto che ha posseduto chi è diventato Presidente della Repubblica. Eccone una carrellata.

Le auto sono un segno distintivo di tanti. E lo sono anche per i capi di Stato, che hanno un garage sempre molto fornito di vetture che li accompagnano nei loro viaggi istituzionali. Col tempo queste auto sono diventate sempre più tecnologiche e speciali, visto che la sicurezza nel corso dei decenni è diventata una delle priorità durante gli spostamenti di personalità così importanti. Viene in mente ad esempio il parco auto che possiede il Presidente degli USA, ma anche quello francese. Ma quello che accomuna ognuno di questi presidenti è il fatto che ogni nuovo “inquilino” di solito porta con sè un nuovo modello con cui muoversi. E non sfugge da questo anche il nostro Presidente della Repubblica.

Tutte le auto del Presidente della Repubblica
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (ANSA) – allaguida.it

L’auto più celebre del Presidente della Repubblica

Sergio Mattarella, così come tutti i suoi predecessori, ha usato decine di auto per muoversi nei suoi impegni istituzionali. E con tanti di questi ha una macchina in comune: la Lancia Flaminia presidenziale. Sì, perché se parliamo di auto, questa è la più conosciuta e forse la più bella nel garage del Presidente della Repubblica. Costruita in 4 esemplari fra il 1960 e il 1961, derivava dalla Flaminia di serie prodotta dalla Lancia fra il 1956 e il 1970 ed aveva diverse particolarità aggiunte dalla sapiente mano da Pininfarina.

A commissionarla fu il Presidente Gronchi, che voleva una macchina capace di competere in bellezza con le Lincoln americane, le Rolls-Royce britanniche, le Mercedes-Benz tedesche e le Citroën francesi. Questa vettura ha trasportato già 10 Capi di Stato ed è ancora oggi utilizzata per le grandi occasioni, come la parata del 2 giugno.

Le altre macchine del Presidente

C’è da dire però che sono state diverse le auto usate nel tempo dal Presidente della Repubblica. Ad esempio nel settennato di Sandro Pertini (1978-1985) e di Francesco Cossiga (1985-1992) sono stati utilizzati modelli come l’Alfetta, ma anche la Lancia Thema, la Fiat Croma (che negli anni Novanta divenne l’auto blu per eccellenza) e anche la Maserati Quattroporte. Di questa ne ebbe due esemplari per la propria collezione privata il presidente Pertini, grazie all’intervento dell’allora presidente del marchio italiano Alejandro De Tomaso. E nel 2004 la Maserati fece dono al Presidente della Repubblica Ciampi del nuovo modello. E ne ha oggi anche una Mattarella, prodotta nel 2019 e spinta da un V8 biturbo da 530 CV.

Alcune delle vetture che appartengono al Presidente della Repubblica
Una Lancia Flaminia del Presidente della Repubblica (ANSA) – allaguida.it

Giorgio Napolitano, per il secondo insediamento del 2013, optò per esempio per una nuova Lancia Thema, allora creata negli USA per la collaborazione con Chevrolet. E comparve spesso sulle strade anche con un’altra Lancia, la Thesis. Addirittura fu regalato un modello chiamato “Thema Ferrari” nel 1987 perché la berlina torinese montava un propulsore da 2.927 cc e 215 Cv con 8 cilindri e 32 valvole che equipaggiava la Ferrari 308 e la Mondial quattrovalvole.

Il Presidente della Repubblica ha fatto uso ovviamente anche di diverse Fiat, marchio nostrano che non poteva non essere nel suo garage. Tra queste la 2800 Torpedo (come quella che ha accompagnato Mussolini e Hitler per Roma) ma anche 1100, 1300, 1500 e 1800, così come le 125, 130 e Argenta. Tra le Alfa Romeo anche alcune 2500 blindate, la 164 e la 1900.

Impostazioni privacy