Ciao ciao benzina, diesel e pure l’elettrico, rivoluzione nell’automotive: il nuovo motore è ancora più potente

La rivoluzione è in atto grazie all’innovativo motore che sbaraglierà tutta la concorrenza, elettrici inclusi

L’automobile è un’invenzione che invade le nostre strade da oltre un secolo e nel corso di questi decenni l’evoluzione tecnologica l’ha investita in tutti i suoi settori e nell’indotto che le orbita intorno. La tecnologia l’ha migliorata, affinata e trasformata fino a farla divenire quello che oggi: un prodotto complesso ed efficiente, oltre a continuare a rappresentare una passione per una nicchia di appassionati.

motore idrogeno
Addio a benzina ed elettrico (AllaGuida)

I motori moderni rappresentano una significativa innovazione rispetto ai motori endotermici tradizionali. Questi nuovi motori offrono notevoli vantaggi in termini di efficienza, sostenibilità e prestazioni. I motori moderni sono anche noti per la loro silenziosità, comfort e risposta immediata all’accelerazione, garantendo un’esperienza di guida più piacevole. Inoltre, le nuove tecnologie di connettività e automazione si integrano facilmente con questi motori, migliorando la sicurezza e la comodità.

Il futuro è nel motore a idrogeno e la AVL ne sfodera uno impressionante

La casa produttrice AVL, leader nel settore dei propulsori alternativi per la mobilità, ha da poco presentato al pubblico un nuovo prototipo di motore alimentato a idrogeno sovralimentato dalla cubatura di due litri capace di produrre una potenza mostruosa. Il progetto in questione ha ricevuto l’attenzione del dipartimento sportivo di AVL, con l’obiettivo di produrre un motore a idrogeno altamente prestazionale.

Motore idrogeno
In arrivo il motore a idrogeno che rivoluzionerà il settore (canva.com) – allaguida.it

Possiamo anticiparvi che l’obiettivo è stato pienamente raggiunto, infatti almeno dal punto di vista numerico il propulsore a idrogeno è capace di erogare una potenza di ben 410 CV erogati a 6.500 giri motore, una potenza superiore ai 200CV/litro. Il motore è in grado di iniettare l’acqua nell’aria in fase di aspirazione (sistema d’iniezione PFI) evitando così di ottenere combustioni premature che potrebbero danneggiare il propulsore, con lo scopo anche di prevenire la rottura prematura del blocco stesso e aumentarne la longevità. Il fabbisogno d’aria viene coperto mediante l’utilizzo di un turbocompressore Wastegate progettato appositamente per sopperire a tale scopo.

L’innovativo motore presentato dalla AVL è il risultato di una collaborazione commerciale con la casa ungherese HUMDA Lab e rappresenta anche il primo storico traguardo della casa nella produzione di un motore ad alte prestazioni ad uso sportivo. Infatti il concetto che AVL ha voluto abbattere è quello per cui i motori a idrogeno debbano essere automaticamente poco performanti. Il motore da 410 CV sopra descritto, infatti, è riuscito ad esprimere sui banchi di prova una tale potenza mai raggiunta prima, oltre a riuscire a generare ben 500 Nm di coppia massima a soli 3000/4000 giri minuto.

Impostazioni privacy