Citroen AMI, novità elettrizzante: arriva la versione che tutti aspettavano

Il quadriciclo firmato Citroen potrebbe presto presentarsi in una nuova versione: ecco quali sarebbero le sue caratteristiche.

Citroen AMI è l’auto che sta rivoluzionando il mercato cambiando le abitudini degli automobilisti soprattutto in città: quello creato dal marchio francese, che condivide struttura e caratteristiche con Opel Rocks-e e Fiat Topolino, è infatti un mezzo perfetto per muoversi in città con dimensioni ridotte e ingombri minimi, facile da parcheggiare e che può contare sulla propulsione elettrica.

Una vera e propria rivoluzione, quindi, che infatti sta riscuotendo un successo di vendite per certi versi inaspettato tanto che nel 2022 la quota di mercato di AMI è stata del 55% sul totale dei quadricicli elettrici, e del 29% considerando anche quelli alimentati da motore termico, e anche ne 2023, prendendo in esame i primi 6 mesi, la quota totale di mercato di AMI è stata del 30%, con un volume del 52% prendendo a riferimento i soli quadricicli elettrici con oltre 2.000 modelli venduti.

Citroen AMI, nuova versione in arrivo?

La piccola Citroen AMI, oltre a quelle standard che prevedono la guida già a partire dai 14 anni, una velocità massima di 45 km/h e la possibilità di raggiungere una autonomia sino a 75 km ricaricandosi con una tradizionale presa domestica in 4 ore, è stata proposta anche in altre versioni come, ad esempio, My AMI Buggy, pensata specificamente per le località di villeggiatura sul mare con la rimozione delle porte, sostituite da una struttura tubolare alla quale poter applicare delle coperture in plastica a simulare i finestrini, dal tetto apribile e da modifiche ai passaruota e ai cerchion, oppure AMI[for]All, una versione prototipo modificata del mezzo pensata per permettere ai disabili di guidare in completa autonomia modificata la porta del conducente, che ora ha un movimento a 90 gradi con un asse che aiuta il trasferimento sul sedile di guida mentre nella parte posteriore un portapacchi permette di installare la carrozzina, che può alternativamente essere riposta davanti al sedile del passeggero.

Citroen AMI, presto una nuova versione
Citroen AMI, ecco come potrebbe essere la nuova versione (Citroen press – Allaguida.it)

Adesso, però, potrebbe arrivare un’ulteriore novità per la vettura rivelazione dell’anno. I futuri concorrenti di AMI, come la Mobilize Duo, in un futuro non molto lontano disponibili in una seconda configurazione che prevede una velocità massima superiore. L’indizio, in questo caso, arriva da Opel che ha recentemente presentato una variante unica dell’auto con il nome di Rocks E-Xtreme, che è il risultato di un progetto proposto dal giovane designer Lukas Wenzhöfer nell’ambito di un concorso. Il mezzo presentato è un prototipo dotato di sospensioni degne di un buggy, con assetto rialzato, carreggiate allargate e pneumatici fuoristrada, oltre a un enorme  alettone posteriore, puramente estetico.

Una strada che potrebbe essere percorsa, in qualche modo, anche dalla casa francese per una eventuale versione più “spinta” della sua Citroen AMI. Opel, anche se mancano le conferme ufficiali da parte del brand tedesco, starebbe testando dei propulsori più potenti per questo quadriciclo. Ad oggi, il suo motore produce 16 CV (o 34 CV di potenza di picco), sufficienti per raggiungere circa 90 km/h di velocità massima una volta disattivato il limitatore elettronico. Senza la conversione off-road, la sua velocità massima sarebbe superiore a 100 km/h.

In questo caso nuova sarebbe anche la batteria che alimenta il motore dell’Opel Rocks E-Xtreme, con una capacità di 10 kWh rispetto ai 5,5 kWh originali, una caratteristica che permetterebbe di  estendere l’autonomia da 75 a 140 km. Novità che potrebbero essere traslate anche su Citroen AMI rendendo il modello ancora più popolare e attirando anche l’attenzione di un pubblico più ampio grazie alla sua maggiore versatilità trasformandola non solo in un mezzo rivoluzionario ma rendendola una vettura da città a tutti gli effetti consentendole di andare anche su strade extraurbane.

Una mossa, quindi, che proietterebbe il modello tra i più apprezzati dagli automobilisti per le sue caratteristiche, ma anche per le sue prestazioni visto che con le nuove specifiche potrebbe arrivare ai 100 km/h, una velocità importante per un mezzo del genere a un prezzo più che competitivo visto che, attualmente, il costo del modello è compreso tra i 6.000 e i 7.000 euro.

Impostazioni privacy