Dacia, che dramma: non la vedremo più in Europa, clienti e appassionati sconvolti

Brutte notizie per gli appassionati Dacia. La notizia è incredibile: non sarà più in Europa. E’ una vera sorpresa. 

Tra i marchi che nell’ultimo periodo sono stati maggiormente in grado di incontrare il gradimento degli appassionati di motori c’è sicuramente Dacia. L’azienda rumena nell’ultimo periodo ha visto crescere in modo esponenziale i propri numeri di vendita e il proprio blasone. Il merito è sicuramente della politica aziendale messa in piedi dal marchio parte del gruppo Renault, che a differenza di altri concorrenti è riuscita a tenere il prezzo dei propri modelli piuttosto basso rispetto alla media del settore, ampliando così in modo importante il bacino di potenziali acquirenti.

dacia dramma non la vedremo in europa
Dacia, in Europa non la vedremo più (AnsaFoto) – Allaguida.it

Neanche un’azienda “universale” e accessibile come la Dacia però è riuscita a mettere tutti d’accordo. L’ultima decisione presa dall’azienda infatti è destinata a scontentare diverse persone e a far discutere. Soprattutto perché la notizia riguarda modelli che numeri alla mano sono tra i più amati dagli automobilisti. Ecco di cosa si tratta.

Dacia, la decisione fa discutere

Della Dacia Duster si è detto veramente di tutto. Negli ultimi anni infatti è stato certamente tra i modelli più chiacchierati. Il SUV della casa aveva convinto tutti per le sue alte prestazioni ad un costo contenuto. Facile capire dunque perché la notizia di una nuova versione prevista per il 2024 avesse acceso l’interesse degli amanti dei motori. Il nuovo modello, che arriverà anche nel nostro paese, avrà dimensioni maggiori rispetto alle precedenti.

dacia dramma non la vedremo in europa
Dacia Duster (Dacia) – AllaGuida

L’azienda ha deciso però di non rendere disponibile una versione con motore diesel, almeno in Europa. I test effettuati (con un’unità Blue dCi da 1.5 litri e 115 CV di potenza) serviranno solo a commercializzare il veicolo in Nord Africa e in Turchia.

Le nuove normative europee infatti rendono particolarmente difficoltosa (e soprattutto costosa) la produzione di questo tipo di modello. L’azienda per non vedere aumentare l’investimento (e di conseguenza il prezzo di listino del modello) ha preso dunque questa drastica decisione. Con buona pace dei tanti amati dei motori diesel del vecchio continente, che si dovranno “accontentare” della versione Mild Hybrid (MHEV) a benzina.

Sarà la giusta decisione? Il nuovo modello infatti avrà in ogni caso un prezzo superiore alle passate versioni. Proprio questo fattore ha destato non poche perplessità. Non resta che aspettare la presentazione del modello (e il successivo riscontro del mercato) per capire se Dacia avrà ancora una volta scelto la strada vincente.

Impostazioni privacy