ErreErre Fuoriserie, l'Alfa Romeo Giulia si dà al retromod

La startup torinese presenta il suo "retromod" per rendere omaggio a uno dei miti dell'automobilismo italiano

ErreErre Fuoriserie

ErreErre Fuoriserie - ErreErre media

L‘Alfa Romeo Giulia è una delle pietre miliari dell’automobilismo, specie quando si parla della versione Quadrifoglio Tipo 105 che venne costruita in soli 501 esemplari – per competere nella categoria Turismo – dal 1963 e fino al 1964. Un’auto entrate nel mito che oggi, a distanza di quasi 60 anni, torna a vivere attraverso un “retromod” di ErreErre Fuoriserie che ha voluto far rivivere il mito.

Un omaggio a uno dei miti del passato

La sfida della start-up torinese è quella di riproporre il fascino e molti degli stilemi della Giulia Quadrifoglio, unendo il look retro’ ad una meccanica modernissima e performante, quella dell’attuale generazione dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio con motore V6 2.9 Biturbo da 510 Cv. A caratterizzare l’auto ci sono così i quattro fari circolari e uno scudetto di dimensioni minori mentre al posteriore, trovano posto i gruppi ottici rettangolari.

Tra gli elementi più caratteristici di questo omaggio al passato, i cerchi da 19” fresati con design a “disco telefonico”, segno inconfondibile dell’appartenenza al brand Alfa Romeo mentre segno della modernità è il body kit in fibra di carbonio che consente di abbassare il peso di 200 kg rispetto al modello attualmente in produzione.  I primi 10 esemplari  saranno venduti a un prezzo di 196.000 euro, mentre i successivi costeranno 245.000 euro.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti