Ferrari, il Cavallino pronto a investire in tecnologia e produzione

La casa di Maranello ha firmato un protocollo d'intesa che le permetterà di programmare investimenti in tecnologia crescendo ulteriormente

Ferrari F8 Tributo

Ferrari F8 Tributo - Foto credits Ferrari media

Ferrari guarda al futuro; il marchio italiano, infatti, ha sottoscritto un protocollo d’intesa con il Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE), Invitalia (l’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa) e la Regione Emilia-Romagna per investimenti tecnologici e produttivi, con un forte focus sull’innovazione e sull’impegno ambientale e sociale, che porterà importanti benefici per il territorio di Maranello e di Modena, oltre all’assunzione da parte dell’azienda di 250 nuovi dipendenti.

Il contributo di MISE ed Emilia-Romagna

Una mossa, quella della Ferrari, che permetterà di crescere ulteriore sotto il profilo tecnologico e della produzione. Il contributo del MISE, infatti, potrà arrivare fino alla cifra di 106 milioni di euro e sarà destinato a progetti industriali e alle attività di ricerca e sviluppo per nuove tecnologie volte alla riduzione dell’impatto ambientale e alla digitalizzazione mentre anche l’Emilia-Romagna finanzierà i progetti per ricerca e sviluppo, formazione e tutela dell’ambiente e a sostenere eventuali opere di infrastrutturazione logistica e telematica in collaborazione con gli altri enti locali coinvolti.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti