Ferrari J50: la nuova Rossa per il Giappone in soli 10 esemplari

Ferrari J50 1024x668

E’ molto probabile che non la vedremo mai da queste parti: la Ferrari J50 è una serie speciale basata sulla 488 Spider e riservata al Giappone. E’ stata annunciata durante una recente celebrazione, tenuta al National Art Center di Tokyo, dei 50 anni di presenza commerciale della Ferrari nel Paese del sol levante. Quindi appunto la Ferrari J50 è una vettura scoperta a due posti secchi. Il tetto è di tipo targa, cioè rigido e asportabile. Ci si ricollega alle tradizioni del cavallino degli anni Settanta e Ottanta. La vettura è stata ideata dalla divisione Progetti speciali Ferrari e disegnata dal Centro stile di Maranello.

Continua a leggere

Continua a leggere

Motore

Anche il motore e la sua collocazione partono dalla 488 Spider; di conseguenza posizione posteriore centrale, frazionamento V8, cilindrata 3.9 e potenza di 690 cavalli.
Il richiamo al passato si nota anche nello stile di parabrezza, lunotto e finestrini, che strizza l’occhio alle vetture da corsa di ormai tanti anni fa. Invece la linea nera che divide la zona superiore da quella inferiore riprende il gioco estetico che si trovava sulle hypercar degli anni ’80 e ’90; parliamo di GTO, F40 e la sua erede F50.

Continua a leggere

Continua a leggere

Aerodinamica

Le appendici aerodinamiche sono molto pronunciate e coprono tutta la sagoma della vettura. Si completano al posteriore con un’ala vistosa che va a ricoprire i classici quattro fanali circolari. Il paraurti frontale è stato completamente ridisegnato rispetto alla 488, qui vede i radiatori particolarmente ravvicinati.
L’esemplare presentato a Tokyo è verniciato in una speciale tonalità di rosso a tre strati. Gli interni invece sono in rosso su nero, in pelle e Alcantara.

Prezzo e interni

Continua a leggere

Continua a leggere

Quando parlavamo all’inizio di serie speciale non scherzavamo. La Ferrari J50 verrà prodotta in soli dieci esemplari. Il prezzo? Segreto. Lo sanno solo i super-ricconi giapponesi ai quali verrà concesso di acquistarla.

Parole di Roberto Speranza

Da non perdere