Ferrari Roma vs Porsche 911 Turbo S: super sportive a confronto

Due super sportive Coupé a confronto, la perla di Maranello equipaggiata con il V8 biturbo al cospetto della nuova serie 911 Turbo con il 6 cilindri Boxer, la sfida

Confronto auto Ferrari Roma vs Porsche 911 Turbo

Foto Allaguida.it

Ferrari Roma vs Porsche 911 Turbo S. Ovvero l’ultima coupé di Maranello sfida la nuova generazione della Coupé sportiva tedesca. E mettere una Ferrari a confronto di una Porsche ha sempre di quell’epico per gli appassionati di auto. Anche perché in questa circostanza si confrontano due anime tecnologicamente esuberanti. Il V8 turbo della Ferrari al cospetto del nuovo motore Boxer 6 cilindri 3.8 turbo della Porsche derivato dalla generazione della 911 Carrera. Mettiamole face to face ne dettaglio

Dimensioni e interni

Interni della Ferrari Roma

Pur condividendo impostazione meccanica e dimensioni con la Portofino, la Ferrari Roma, lunga 4,6 metri con una larghezza di 1,9 metri e un passo di 2,6 metri, si distingue per alcune novità stilistiche come il frontale dal design inedito, i fari Led ispirati dalla Monza oppure l’estrattore posteriore con i quattro terminali di scarico integrati.

Particolare attenzione, poi, è stata dedicata anche agli interni dell’auto con la plancia a doppia consolle grazie alla quale il passeggero può partecipare al viaggio sia per quanto riguarda la condivisione delle informazioni sia per lo spazio a sua disposizione, godendo a pieno dell’esperienza di essere all’interno di una Ferrari. Uno stile inconfondibile, quello della nuova vettura di Maranello, che reinterpreta in chiave contemporanea il lifestyle della città di Roma tipico degli anni ’50-’60 e che rappresenta al meglio l’eleganza e la raffinatezza di quello straordinario periodo. 

Interni della Porsche 911 Turbo S

Le dimensioni della Porsche 911 Turbo S sono state aumentate in modo significativo in linea con la dinamica di guida migliorata rispetto alla precedente. La sportiva tedesca è lunga 4.5 metri ed è ora 45 millimetri più larga sull’asse posteriore e la larghezza complessiva è di 1.900 mm (un aumento di 20 mm). L’aerodinamica ulteriormente sviluppata e i nuovi pneumatici di dimensioni miste contribuiscono alla sua agilità e sportività.

La nuova Porsche 911 Turbo S include i deflettori dell’aria di raffreddamento controllati nella parte anteriore, mentre l’ala posteriore più grande è stata progettata per un carico aerodinamico ancora maggiore. Per la prima volta, la Porsche 911 Turbo S utilizza pneumatici misti con due dimensioni diverse, da 20″ con dimensioni 255/35 nella parte anteriore e pneumatici da 315/30 da 21″ alla posteriore.

L’interno ha una finitura sportiva e di alta qualità. L’elenco delle dotazioni di serie comprende un interno in pelle e finiture in carbonio in combinazione con accenti argento chiaro mentre un nuovo interno bicolore progettato sarà disponibile da Porsche Exclusive Manufaktur come opzione. I sedili sportivi regolabili in 18 direzioni sono dotati di cuciture che rendono omaggio al primo modello 911 Turbo (tipo 930). Elementi grafici e loghi di alta qualità nel quadro strumenti completano le caratteristiche della Turbo S.

Motorizzazioni e prestazioni

Per la Ferrari Roma assoluta eccellenza grazie al motore centrale V8 turbo da 3855cc, al quale è abbinato il nuovo cambio dual-clutch a 8 rapporti, che è in grado di erogare 620 Cv accelerando da 0-100 km/h in 3,4 secondi fino alla velocità massima di oltre 320 km/h. Una vera e propria icona di design italiano, ma in grado di garantire prestazioni da sportiva vera, marchio di fabbrica di ogni vettura Ferrari, grazie alle performance al vertice della categoria del turbo V8 appartenente alla famiglia vincitrice del premio “Engine of the Year” per 4 anni consecutivi.

Per Porsche 911 Turbo S c’è invece un nuovo motore boxer da 3,8 litri con due turbocompressori VTG, che offre 650 CV, ben 70 CV in più rispetto alla versione precedente. 

La coppia massima è ora di 800 Nm con un aumento di 50 Nm. Il cambio a doppia frizione a otto velocità, specifico per la Turbo, riduce lo sprint da 0 a 100 km a 2,7 secondi (0,2 secondi più veloce), mentre la velocità massima rimane invariata, 330 km/h.

Il salto di prestazioni di questa nuova generazione è particolarmente evidente nello sprint da 0 a 200 km/h. Con 8,9 secondi, la nuova Porsche 911 Turbo S è di un secondo più veloce rispetto alla sua antenata. Grazie alla trazione integrale attiva con sistema PTM (Porsche Traction Management), il ripartitore distribuisce una coppia decisamente più elevata, arrivando a trasferire fino a 500 Nm alle ruote anteriori.

Ferrari Roma vs Porsche 911, conclusioni e prezzi

Ferrari Roma vs Porsche 911 è uno di quei confronti dove il dettaglio conta. Diciamo pure per i “malati” di performance quanto la nuova Porsche 911 Turbo S sia di una potenza stratosferica. In accelerazione e per velocità massima la tedesca va via alla più elegante di Maranello. La differenza non sta solo nei 30 CV in più di Porsche ma nel turbocompressore che gestisce tanta coppia. In quanto a stile degli interni ed eleganza combinata a ottime prestazioni invece Ferrari Roma ha un punto in più senza ombra di dubbio. Le due Coupé però ballano nel prezzo. Non di tanto. Ma strano ma vero la Ferrari Roma si compra con 199mila euro mentre per la Porsche 911 Turbo S Coupé ne servono 225mila. Se poi si desidera la versione Cabrio si passa a 238mila euro. Super sportive per palati fini…

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!