Ferrari SF90 Stradale, con Mansory ancora più estrema

Il tuner ha rilasciato un kit dedicato all'auto di Maranello che prevede modifiche all'aspetto e ulteriore potenza per arrivare a 1.100 CV

Ferrari SF90 Stradale Mansory

Ferrari SF90 Stradale Mansory - Foto crddits Mansory press

Mettere le mani su una Ferrari, da parte di un tuner, può sembrare quasi un atto di lesa maestà; non per Mansory, però, che ha deciso di trasformare la Ferrari SF90 Stradale in una vettura ancora più estrema rispetto alla versione di serie di Maranello donandole un look aggressivo e diversi cavalli in più.

Il kit “F9XX” – che dà anche il nome all’auto – contempla diverse modifiche al motore V8 della Ferrari SF90 Stradale che passa così dai 780 agli 880 CV che, sommati a due elettrici, portano la potenza dell’auto a quota 1.100. Un aumento reso possibile modificando l’unità di controllo del motore facendo ora raggiungere la velocità massima di 355 km/h con uno scatto 0-100 km/h coperto in appena 2,4 secondi.

Un kit per non passare inosservati

Le modifiche al propulsore, però, non sono le uniche volute dal tuner. Mansory ha revisionato la parte anteriore della vettura che adesso adotta un nuovo paraurti, uno splitter,  nuovi bordi delle prese d’aria e un cofano particolarmente muscoloso.

A rendere ancora più estremo questo kit ci pensa un set di ruote anteriori e posteriori avvolte in pneumatici 255/30 e 335/25 mentre al posteriore spicca la presenza di un grande alettone con piastre terminali incorporate nel paraurti posteriore. Per gli interni, invece, i colori scelti sono il giallo e il nero con fibra di carbonio extra al volante.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti