Fiat Panda, avete mai visto tutte le versioni speciali? Sono parecchie e tutte davvero uniche

Nella sua ultra quarantennale storia, la Fiat Panda è stata venduta al pubblico anche con edizioni speciali. Ecco una carrellata.

In Europa è una delle vetture più longeve ma anche più iconiche. Parliamo della Fiat Panda, la superutilitaria creata dalla casa torinese grazie alla matita di Giorgetto Giugiaro nel 1980. Una macchina che ha avuto tre generazioni, tolti i vari piccoli restyling, ma che ha mantenuto intatte sempre le sue caratteristiche di semplicità ed economicità.

Tutte le versioni della FIAT Panda
FIAT Panda (Stellantis) – AllaGuida.it

In oltre 40 anni di carriera sono più di 8 milioni e mezzo le Panda vendute in Italia e in Europa. Merito, come detto, delle sue misure e delle sue qualità. Ma a contribuire alla sua diffusione sono state nei decenni anche le varie edizioni speciali di questa vettura, che ancora oggi sono oggetto di un mercato molto attivo.

Fiat Panda “speciali”, quante versioni nella storia

Partiamo da una delle più recenti, la versione Trussardi del 2019, che ha ricevuto il suo battesimo durante la Milano Fashion Week ed è stata anticipata da un videoclip di Ava Max. Una macchina che nasce sulla base della Cross e che presenta tutti tocchi speciali grazie alla “mano” della casa di Moda, come la vernice opaco Caffé italiano, oltre a varie finiture in nero lucido. E poi gli interni griffati dalla maison, dai sedili fino al cruscotto.

Tutte le versioni di FIAT Panda
FIAT Panda (Stellantis) – AllaGuida.it

Tornando indietro però tra le prime a fare scalpore fu la Fiat Panda Italia ’90, dedicata al campionato del mondo di calcio di quell’anno. Una versione total white con copriruota che simulavano il pallone di calcio allora in voga e il simbolo del mondiale che ritornava sulla carrozzeria e negli interni, oltre a bande tricolori varie. Di questa ne esistono pochi esemplari ancora in circolazione, tra cui una versione rarissima cabriolet.

Come se ne vedono poche della Panda Alessi, datata 2004, prodotta in tre edizioni bicolori (il bianco affiancato da arancio, nero o verde), con gomme stile anni Cinquanta e diverse soluzioni pratiche all’interno dell’abitacolo, come porta cd e alette parasole che diventano lavagnette. A fine anni Novanta spopolava invece la 4X4 Sisley, con prese d’aria sul cofano, lavafari e portapacchi, oltre a sedili in ecopelle e Alcantara. Una vera sciccheria per l’epoca.

Le versioni più particolari

Viene in mente poi la Mamy del 2008, lanciata anche in versione color mirtillo, con tanti elementi di sicurezza proprio per venire incontro alle mamme e alla loro vita di tutti i giorni con i bambini. Bellissima anche la Monster, dedicata alla iconica moto Ducati, colorata di nero e particolari sportivi all’esterno.

Ma vengono in mente anche la versione dedicata al celebre marchio sportivo Sergio Tacchini e la Pandazzurri per l’Italia campione del mondo nel 2006, con cinture tricolori e non solo. Oppure quella in onore di K-Way, con rivestimenti e optional realizzati proprio dal marchio marchio di impermeabili. Rarissima la Shopping del 1987, con un’impagliatura che corre sui lati della macchina di color giallo e una vistosa antenna radio sul portellone posteriore. Speciale anche la Waze, il noto navigatore per smartphone, con badge che ricordano il simbolo dell’applicazione, integrata con i sistemi di infotainment interni. E chissà quante ancora ne verranno prodotte di edizioni limitate.

Impostazioni privacy