Ford Mustang Convertibile, la "Caged" è un restomod straordinario

Ringbrothers, il costruttore di auto personalizzate e produttore di componenti di fama mondiale, ha svelato la sua ultima creazione

La Ford Mustang Caged del 1964 restomod profilo anteriore

Si chiama “Caged” l’ultima creazione dei fratelli Ring, nota carrozzeria americana specializzata in restomod di auto d’epoca. La protagonista è una Ford Mustang Convertibile del 1964 il cui sviluppo ha richiesto più di 4.200 ore di lavoro.

Un’auto completamente progettata da zero e messa a punto seguendo le scrupolose indicazioni del cliente che ha deciso di piazzarla nel proprio garage. La sua richiesta è stata quella di ottenere un modello restomod il più possibile fedele alle linee e al design dell’originale.

Le caratteristiche della Mustang Caged

La Caged ha numerose parti uniche inclusi fanali posteriori, griglia anteriore, stemmi ed emblemi personalizzati. Presenta anche finiture in titanio e monta un set di ruote personalizzate di EVOD Industries che misurano 18 × 9 nella parte anteriore e 18 × 11 nella parte posteriore, avvolte in pneumatici Continental 245/40 anteriori e 285/40 posteriori.

Gli interni della Ford Mustang Convertibile Caged

La Ford Mustang Caged del 1964 restomod interni

La Ringbrothers ha realizzato tappezzerie del pavimento personalizzate per l’auto, nonché un tunnel unico e un doppio pavimento. Oscilla anche i coilover ad alte prestazioni Penske Racing nella parte anteriore e posteriore, oltre a una barra antirollio anteriore scanalata da 1.25 pollici con collegamenti terminali Corvette C6. 

La cremagliera dello sterzo è stata acquistata da Woodward mentre la frenata è fornita da componenti Baer con pinze a sei pistoncini e dischi da 14 pollici sia all’anteriore che al posteriore.

E il motore?

La Ford Mustang Caged del 1964 restomod profilo

Sotto il cofano della Ford Mustang Convertibile progetto Caged c’è un propulsore Coyote 302, ovvero un Coyote V8 Ford Performance da 5,0 litri con una copertura del motore realizzata su misura, un cambio automatico a 10 velocità e un albero di trasmissione personalizzato. Parliamo quindi di 412 CV per 530 Nm di coppia massima.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!