Ford Mustang Mach-E 1400, un bolide elettrico da 1419 CV

Una potenza estrema su un missile a zero emissioni che porta il nome della Pony Car, frutto di oltre 10.000 ore di lavoro del reparto Performance dell'Ovale Blu

Ford Mustang Mach-E 1400 cover

Prestazioni estreme con la tecnologia elettrica. Ford non scherza e con il reparto Performance, coadiuvato da RTR Vehicles, presenta un vero “missile” 100% a zero emissioni che regala prestazioni da capogiro senza consumare una goccia di carburante. L’espressione massima incarna la Ford Mustang Mach-E 1400, pronta ad affrontare qualsiasi pista, a battere record e in attesa del debutto in una gara del NASCAR. L’investimento dell’Ovale Blu nel campo della mobilità elettrica di 11,5 miliardi di dollari ora vanta anche questo bolide da 1.419 CV.

Continua a leggere

Continua a leggere

Sette motori elettrici per Ford Mustang Mach-E 1400

Mustang Mach-E 1400 ha preso forma senza schemi predefiniti. Il team di progettazione Ford e RTR hanno utilizzato molti degli strumenti che Ford usa per progettare la produzione delle sue auto da corsa. Gli elementi aerodinamici sono stati ottimizzati nella forma e nella posizione, con particolare attenzione ai condotti di raffreddamento, splitter anteriore e alettone posteriore. Ford Mustang Mach-E 1400 ha sette motori, cinque in più rispetto a Mustang Mach-E GT. Tre sono fissati al differenziale anteriore e quattro alla parte posteriore e sovrapposti, con un singolo albero di trasmissione che li collega ai differenziali.  Questa struttura offre innumerevoli possibilità di configurazione per impostare qualsiasi elemento dell’auto, dal drifting alle corse su pista ad alta velocità.

Prestazioni e batteria

Il telaio e il gruppo propulsore sono stati sviluppati per consentire al team di studiare diverse configurazioni e il loro impatto sul consumo di energia e sulle prestazioni, tra cui la trazione posteriore, integrale e anteriore. Le impostazioni drift e track hanno configurazioni front-end completamente diverse come bracci di controllo e cambi di sterzo, per consentire angoli estremi anche in drift. La potenza erogata può essere distribuita uniformemente tra anteriore e posteriore, oppure indirizzata completamente verso l’una o l’altra. Il carico aerodinamico ha come obiettivo più di 1.000 kg a 257 km/h. La batteria da 56,8 Kwh (installata) è costituita da celle in nichel-manganese al cobalto, per prestazioni ultra elevate. Il sistema a batteria è progettato per essere raffreddato durante la ricarica, utilizzando un refrigerante di-elettrico, riducendo il tempo necessario tra una corsa e l’altra.

Il servofreno elettronico è integrato per consentire la frenata rigenerativa in serie combinata con ABS e controllo di stabilità che ottimizza il sistema frenante. La Ford Mustang Mach-E 1400 è dotata di freni Brembo, come la Mustang GT4, e un sistema di freno a mano idraulico, progettato per il drifting, che si integra con i comandi di controllo del propulsore per consentire la possibilità di interrompere l’alimentazione ai motori posteriori.

Continua a leggere

Continua a leggere

Ford Mustang Mach-E 1400 è il risultato di 10.000 ore di collaborazione tra Ford Performance e RTR, volte a colmare il divario tra ciò che un veicolo elettrico può realmente fare e ciò che i clienti pensano possa fare.

Ora è il momento perfetto per sfruttare la tecnologia elettrica, capire cosa può insegnarci e applicarla sulle nostre auto”, ha dichiarato Ron HeiserChief Programme EngineerMustang Mach-E. “Mustang Mach-E sarà divertente da guidare, proprio come ogni altra Mustang, ma Mustang Mach-E 1400 regalerà emozioni sorprendenti, grazie al lavoro straordinario di Ford Performance e RTR Vehicles

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!

Da non perdere