Formula 1, quali sono le dimensioni delle monoposto? La risposta vi lascerà a bocca aperta

Le nuove monoposto ad effetto suolo di Formula 1 hanno stravolto la categoria. Le dimensioni non sono state ridotte come molti, erroneamente, pensano.

Il nuovo regolamento della categoria regina del Motorsport avrebbe dovuto riportare in auge una competizione autentica in pista. Le nuove vetture erano state concepite con una aerodinamica semplificata per consentire di rimanere in scia e completare un maggior numero di sorpassi. La realtà è risultata diversa rispetto alle aspettative.

Le dimensioni delle monoposto Formula 1
La Ferrari Formula 1 2023 (Ansa) allaguida.it

Prima di tutto si è passati da un dominio all’altro. Dopo otto anni di supremazia della Mercedes in classifica costruttori, è ricominciato un nuovo ciclo targato Red Bull Racing. Il gruppo di tecnici, capitanati dal progettista Adrian Newey, hanno elaborato delle wing car imprendibili per la concorrenza. Il nuovo regolamento avrebbe dovuto riportare in alto nobili decadute come Ferrari, McLaren e Williams, ma nel 2023 tutti i Gran Premi sono stati vinti dalla squadra con sede e Milton Keynes.

Nella passata stagione, invece, dopo un exploit iniziale della Ferrari in Bahrain e Australia, dalla quarta tappa in poi è stato un monologo Red Bull Racing con la sola eccezione dei successi di Leclerc in Austria e Sainz in Inghilterra, oltre al primo trionfo di Russell in Brasile al volante della Mercedes. Il segreto della monoposto guidata dal bicampione del mondo Max Verstappen risiede in una filosofia progettuale che nessun altro team è riuscito ad imitare.

Adrian Newey, laureatosi in ingegneria con una tesi sulle auto ad effetto suolo, ha costruito un gioiello veloce sul dritto, agile nei tratti misti e super affidabile, anche grazie alle Power Unit Honda. Il segreto risiede in un fondo che permette alla RB19 di diventare un caccia terra-terra con l’apertura dell’ala posteriore mobile. Il DRS, nella Formula 1 moderna, continua ad essere un fattore determinante per portare a termine le manovre di sorpasso.

Il problema delle dimensioni delle moderne Formula 1

Si sarebbe potuto tornare al passato con vetture più piccole, ma i vertici della categoria hanno preferito progetti larghi due metri, lunghe oltre 5 metri e mezzo con 3.600 millimetri di passo, mentre l’altezza non può andare oltre i 0.95 metri. In sostanza un’auto di F1 può essere messa a confronto con mastodontico SUV, come una Chevy Suburban. Per quanto possa risultare paradossale anche il peso non lascia pensare ad auto da corsa.

La Ferrari protagonista in pista
Le Formula 1 del 2023 (Ansa) allaguida.it

Le mescole Pirelli 2023, più pesanti di 1,5 kg, hanno condotto la Federazione ad imporre il ritorno del peso minimo delle monoposto a 798 kg. Le Formula 1 attuali, di fatto, sono pesanti e lunghe oltre 5,60 metri, rendendo difficile i testa a testa. La scelta di auto così grandi è stata dettata dalle Power Unit ibride e dalla scelta di abolire i rifornimenti in gara.

Le Formula 1 devono percorrere l’intera durata di un Gran Premio con un pieno. Trent’anni fa le vetture erano più piccole, un metro e mezzo in meno, e il peso era inferiore di quasi 300 kg. Va detto che, a livello di sicurezza, le monoposto attuali sono migliorate tantissimo, grazie anche all’adozione dell’halo. Purtroppo a livello di spettacolo non è più la stessa F1 di un tempo.

Impostazioni privacy