La Francia si prepara a una svolta storica sulla guida autonoma

Dopo la Germania, la Francia è tra i primi paese ad approvare una nuova normativa per regolare la guida autonoma: al via la sperimentazione nel 2022

auto a guida autonoma

Foto Unsplash | Brock Wegner

Dopo l’approvazione in Germania di una proposta di legge che autorizza la circolazione delle auto a guida autonoma su specifici percorsi, questa è la volta della Francia. Si tratta del secondo Paese a porsi questo ambizioso obiettivo, per il quale sarà necessario superare ostacoli non solo di natura tecnica, ma anche burocratica.

Francia, approvata una normativa per la guida autonoma

Con questo decreto facciamo un altro passo verso la mobilità del futuro“, ha dichiarato il ministro dei trasporti, Jean-Baptiste Djebbar, commentando l’approvazione del nuovo testo normativo. “La Francia si sta affermando come uno dei primi Paesi ad adeguare ai veicoli autonomi la propria legislazione“, ha precisato il ministro. E ha concluso: “Da oggi diamo ai nostri produttori e operatori dei trasporti la visibilità di cui hanno bisogno per svilupparli, e per farli funzionare in futuro“.

Che cosa cambia con la proposta di legge

La proposta di legge apporta alcune modifiche al Codice della strada al Codice dei trasporti, in particolare sulla responsabilità penale del conducente. Infatti, prima della modifica, il Codice della Strada prendeva solo in considerazione l’ipotesi che a guidare la vettura fosse una persona, ma le nuove regole stabiliscono che la guida possa essere affidata anche a un sistema di guida automatizzato. In questo modo, il conducente può liberarsi della responsabilità penale, a patto che il sistema di guida autonoma sia impiegato in modo conforme.

Leggi anche: VOLKSWAGEN SI PREPARA A LANCIARE LA GUIDA AUTONOMA IN ABBONAMENTO

Veicoli a guida a autonoma da settembre 2022

Il primo sistema di guida autonoma autorizzato in Francia sarà l’ALKS, dotato di un sistema di mantenimento automatico della corsia, che controlla il movimento laterale e longitudinale del veicolo anche per lunghi periodi, senza l’intervento del conducente. Si tratta di un primo passo verso la diffusione di sistemi sofisticati, che la legislazione francese è pronta ad assecondare grazie all’approvazione di questa nuova normativa. Come in Germania, le vetture a guida autonoma potranno circolare a partire da settembre 2022, ma solo su percorsi definiti, proprio per valutare la sicurezza dei mezzi.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.