Fusione FCA-Psa, il nuovo gruppo si chiamerà Stellantis

Si chiamerà Stelantis il nuovo gruppo che nascerà dalla fusione tra FCA e Psa e che punterà a fornire le soluzioni di mobilità sostenibile. Più avanti sarà svelato anche il logo

stabilimento FCA

Foto Shutterstock | di Jonathan Weiss

Si chiamerà Stellantis il nuovo gruppo che nascerà dalla fusione tra FCA e Psa. I vertici dei due colossi dell’auto hanno deciso il nome della holding che prenderà vita dal sodalizio, firmato dai due gruppi, e che porterà alla creazione di uno nova realtà all’interno del settore automobilistico.

Continua a leggere

Continua a leggere

Stellantis, ecco il gruppo che nascerà dala fusione FCA-Psa

Stellantis, che nascerà dalla fusione tra FCA e Psa, deriva dal dal verbo latino “stello” che significa “essere illuminato di stelle”. Un concetto che trae ispirazione dall’allineamento di marchi automobilistici leggendari e forti culture aziendali che, unendosi, sono in procinto di creare uno dei nuovi leader nella prossima era della mobilità. Stellantis, infatti, unirà la dimensione di un gruppo con l’obiettivo di fornire le soluzioni di mobilità sostenibile dei prossimi decenni. Le origini latine del nome rendono omaggio alla lunga e importante storia delle due società fondatrici mentre l’evocazione dell’astronomia richiama lo spirito di ottimismo, energia e rinnovamento alla base di questa unione che, almeno nelle intenzioni, rivoluzionerà il settore automotive.

Leggi anche: fusione FCA-Psa, arriva l’accordo

Il nome Stellantis sarà utilizzato esclusivamente a livello di gruppo, come corporate brand mentre nomi e loghi dei singoli marchi costitutivi del gruppo rimarranno invariati. Il prossimo passo nel processo, poi, sarà la presentazione di un logo che, con il nome, definirà l’identità della nuova entità. La fusione tra FCA e Psa, invece, sarà ultimata entro il primo trimestre 2021 subordinatamente, come specificato nella nota congiunta, “al soddisfacimento delle consuete condizioni di closing, inclusa l’approvazione da parte degli azionisti di entrambe le società nelle rispettive Assemblee Straordinarie e il soddisfacimento dei requisiti antitrust e altri requisiti normativi”.

Continua a leggere

Continua a leggere

Leggi anche: fusione FCA-Psa, il futuro dei marchi coinvolti

Parole di Matteo Vana

Da non perdere