Guerra Russia-Ucraina, tutti gli aumenti del mondo auto

Lo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina porterà inevitabili aumenti che interesseranno anche il mondo auto: ecco quali

pompa benzina

Foto Getty Images | Sean Gallup

Lo scoppio della guerra con l’invasione da parte della Russia dell’Ucraina apre scenari inquietanti per tutto il mondo, compreso il settore automobilistico che dovrà fare i conti con numerosi rialzi. In primis quello relativo al petrolio; la crisi, infatti,  sta scombussolando le quotazioni del petrolio, oltre che del gas, di cui la Russia è uno dei principali esportatori al mondo. L’aumento delle quotazioni porterà inevitabilmente rialzi ai distributori e se oggi riempire un serbatoio costa poco meno di due euro al litro, non è da escludere che questa soglia possa essere superata.

Aumento carburanti e non solo

La questione carburanti, con gli aumenti di petrolio e di conseguenza anche di benzina e diesel, potrebbe non essere l’unica fonte di aumenti per il mondo auto. Se Stati Uniti, Ue e Gran Bretagna imponessero sanzioni al Cremlino, potrebbero esserci ricadute negative anche per le case auto che operano a Mosca e dintorni, come Renault, Stellantis e Volkswagen con conseguente danno sia per le case automobilistiche che per i clienti che puntano ad acquistare veicoli di questi brand.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti