Hummer EV, lo storico SUV militare torna sul mercato e diventa elettrico

Il mitico Hummer tornerà ma sotto forma di un pick-up elettrico; a rivelare i primi dati tecnici e un teaser è General Motors che ha indicato anche la data di presentazione

da , il

    Hummer EV, lo storico SUV militare torna sul mercato e diventa elettrico

    Dopo mesi di voci e speculazioni, General Motors ha confermato che l’Hummer sta tornando. Ma non aspettatevi più motori 6.0 V8 benzina perché a dare la spinta al “bestione” della famiglia dei pick-up sarà un propulsore elettrico che renderà l’Hummer EV il primo veicolo completamente elettrico firmato GMC.

    Il futuro Hummer sarà quindi elettrico anche se i dettagli forniti sono ancora pochi visto che specifiche come la capacità della batteria, la ricarica e il prezzo finale, infatti, sono ancora sconosciute. L’azienda ha fornito un unico video teaser che mostra come il modello avrà una griglia sottile a sei slot e fari a LED mentre più in basso si nota un robusto paraurti anteriore e un badge GMC sfalsato. Il modello, inoltre, sembra anche avere le luci montate sul tetto proprio l’iconico H2.

    Hummer elettrico, le prime informazioni

    Il GMC Hummer EV, dalle informazioni divulgate fino ad ora, avrà 1.016 Cv di potenza e sarà in grado di scattare da 0 a 96 km/h in 3 secondi sviluppando la coppia monstre di 15.591 Nm, sufficiente per trasportare o trainare anche i carichi più pesanti. Come riportavano mesi fa rumors molto accreditati, General Motors aveva in programma di realizzare una nuova famiglia di pickup, furgoni e SUV elettrici di alta gamma nel suo stabilimento di Detroit-Hamtramck, a partire dalla fine del 2021. Produzione confermata che avverrà proprio nello stabilimento americano di Hamtramck, il quale riceverà investimenti per 2,2 miliardi di dollari. L’Hummer EV, che sarà disponibile dall’autunno del 2021, sarà svelato in una pubblicità nel corso del Superbowl, in uno spot chiamato “Quiet Revolution”, mentre la presentazione è fissata per il 20 maggio 2020. Il grosso e robusto SUV di derivazione militare (in particolare l’enorme H1 che nella prima serie montava un V8 diesel di 6,5 litri) è stato un’icona apprezzata e, per General Motors, renderlo ecologico potrebbe rappresentare la “ciliegina sulla torta” del cosiddetto programma BT1, fulcro di un investimento pianificato per la produzione di camion e furgoni elettrici a Detroit.