In futuro, le auto saranno così: gli esperti non hanno più dubbi

Si parla tantissimo di motori elettrici e di cosa ci sarà in futuro sotto il cofano delle auto, ma in pochi immaginano gli interni e le carrozzerie ultramoderne delle vetture prodotte dall’IA.

E se fosse un computer a modellare le auto di domani? Il generatore di arte AI Midjourney ha elaborato dei veicoli che sembrano usciti da un film di fantascienza. Sebbene le auto oggi si somiglino sempre più, l’evoluzione ha portato a carrozzerie più voluminose e curate nei minimi dettagli.

Vi basterà prendere un’auto degli anni ’80 e ’90 e paragonarla alla filosofia progettuale attuale. Tutto è cambiato in favore di linee meno squadrate e anche gli interni delle city car sono pieni di tecnologie e materiali all’avanguardia. Ciò che è chiaro è che in futuro gli automobilisti guideranno elettrico con una invasione di auto cinesi. Già tra 12 anni non saranno più vendute vetture con motori termici. Si va verso una guida autonoma alimentata dall’intelligenza artificiale.

Secondo quanto è stato riferito dagli esperti la guida autonoma creerà entrate da 300 a 400 miliardi di dollari. I passeggeri saranno trasportati in auto in stile Minority Report. La pellicola diretta da Steven Spielberg diede una interpretazione del futuro a cui arriveremo sotto forma di avatar olografici e una personalità che si adatta, perfettamente, allo stile del guidatore. In sostanza l’IA riconoscerà il passeggero e imposterà tutti i controlli sulla base delle preferenze.

Immaginatevi una evoluzione massima dell’infotainment attuale ma con una conversazione più coinvolgente che permetterà una domanda ed una risposta esaustiva su tutte le impostazioni. Ci sarà un avatar olografico animato in grado di reagire in modo molto intuitivo. Parlare di guida sarà quasi un eufemismo. Saremo, letteralmente, trasportati dall’auto.

Le caratteristiche dell’auto di domani

Il concetto di intrattenimento in realtà virtuale è già presente nelle auto attuali, ma ancora in minima parte. In futuro si creerà un intrattenimento sullo stampo di ologrammi della vita reale. In questo modo, già all’interno della vettura, si potrà lavorare con i colleghi o scegliere di riposare. In base alle esigenze del singolo sarà possibile avere la propria playlist preferita e tutti i comfort necessari. Chi vorrà studiare o lavorare avrà uno spazio per agire.

Le caratteristiche dell’auto di domani
Le auto di domani (Ansa) allaguida.it

La produttività dei singoli permetterà videochiamate e servizi connessi. C’è chi ha osato anche arrivare a concepire schermi nanotecnologici che consentiranno alle auto di diventare trasparenti. Il dott. Hossein Ardekani, capo ricercatore presso OLED, ha affermato sulle pagine del DailyMail che i vetri potrebbero cambiare forma, mostrando informazioni all’esterno.

Potrebbero anche arrivare le auto volanti, risolvendo i problemi del traffico. Le case costruttrici cominceranno a creare delle esperienze virtuali che permetteranno di conoscere il prodotto. Si andrà verso l’utilizzo di materiali sostenibili e vegani. Ciascun automobilista potrà mettere in mostra la propria identità e valori attraverso la vettura. Ciò si sostanzierà nella personalizzazione massima. Date una occhiata al video delle auto concepite dall’Intelligenza Artificiale emesso sul canale YouTube This is AI.

L’individualità dell’automobilista sarà messa in primo piano, sia per quanto concerne gli esterni che gli interni del mezzo. I comfort della vettura, in base alle proprie esigenze, renderanno l’illuminazione ambientale e le proiezioni interne rilassanti. L’idea vi stuzzica o vi spaventa?

Impostazioni privacy