Incentivi auto, arrivano altri 50 milioni per furgoni e van

Complessivamente sono 300 milioni i fondi stanziati per il settore automotive entro la fine del 2021: 50 milioni riservati a van e furgoni

van

Foto Pexels | Felix Haumann

Sono in arrivo nuovi incentivi per l’acquisto di furgoni e van. Lo stabilisce un emendamento al decreto Sostegni bis in discussione alla commissione Bilancio della Camera da confermare con il voto. Il provvedimento dovrà essere approvato con la votazione dell’Aula e convertito in legge entro il 24 luglio, altrimenti rischia di decadere.

Stanziati 300 milioni per il settore automotive entro la fine del 2021

I soldi destinati al settore dell’automotive saranno 300 milioni. La cifra sarà valida fino al 31 dicembre 2021 e sarà ripartita come segue: 200 milioni di euro saranno destinati al fondo per l’acquisto di auto con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km di CO2, quindi vetture con piccole cilindrate, full hybrid e mild hybrid. Mentre altri 50 milioni saranno impiegati per rifinanziare l’Ecobonus per la fascia compresa tra 0 e 60 g/km, quindi le auto elettriche e le ibride plug-in.

In arrivo nuovi incentivi per van e furgoni

Ma arriva una novità. Infatti, 50 milioni di euro saranno dedicati all’acquisto di veicoli commerciali leggeri, quindi entro le 3,5 tonnellate, e veicoli per trasporto persone con un massimo di otto persone oltre il conducente, guidabili con patente B, quindi van e furgoni.

Leggi anche: INCENTIVI AUTO 2021, LA LOMBARDIA STANZIA 30 MILIONI

Mercato auto, in crescita del 51,4% rispetto al 2020

I fondi stanziati in precedenza si erano esauriti in soli tre mesi. La legge di Bilancio 2021 aveva stanziato 250 milioni fino al 30 giugno, che invece erano andati esauriti in 69 giorni lavorativi, con un ritmo di 3,623 milioni di euro ogni giorno. Sempre la legge finanziaria aveva dedicato 50 milioni ai veicoli commerciali leggeri. Intanto il volume del mercato auto italiano continua la sua faticosa ripresa, segnando un -18,3% rispetto ai primi sei mesi del 2019, ma una crescita del 51,4% rispetto allo scorso anno, quando le concessionarie sono state costrette alla chiusura da marzo a maggio 2020.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.