Incentivi per acquisto auto nuove: quasi esauriti i 250 milioni stanziati

Se i fondi per l'acquisto di auto più tradizionali è ormai a zero, è invece quasi intatto l'Ecobonus per le auto elettriche

incentivi

Foto Getty Images | Sean Gallup

Il mercato dell’auto potrebbe subire nei prossimi mesi un’ennesima pesante battuta d’arresto: gli incentivi inseriti nella Legge di Bilancio per l’acquisto di veicoli nuovi con emissioni di CO2 tra 61 e 135 gr/km, ibride, a benzina che a gasolio, stanno per terminare.

Se dei 250 milioni disponibili da gennaio (e già esauriti di un terzo a febbraio), al 6 aprile ne erano rimasti solo 8.5, è probabile che con la fine di questa settimana si arrivi a 0. Questo significa che le vendite, già poche, diminuiranno ancora di più, allontanandosi sempre più di più dai numeri del 2019. Secondo il Centro Studi Promotor, è necessario che il Governo stanzi subito altri incentivi per la seconda parte dell’anno, altrimenti un settore fondamentale per l’economia italiana potrebbe colare a picco.

Inoltre, fanno sapere sempre dal Centro, una manovra del genere dovrebbe rientrare nell’ottica di risollevare il Pil: l’obiettivo è arrivare a fine anno con una crescita del 4% dopo il clamoroso -8,9% del 2020. Il settore dell’auto incide molto sull’economia dell’Italia, essendo uno dei principali mercati.

Incentivi per le auto elettriche grazie agli Ecobonus

Le auto più richieste in Italia sono ancora quelle a benzina, gasolio o ibride, ma gli Ecobonus ancora attivi potrebbero cambiare il mercato.

Sono ancora infatti in essere i 174 milioni più 78 di extrabonus (120 a inizio anno) per l’acquisto di auto con emissioni 0-60 g/km, ovvero principalmente elettriche e alcuni modelli plug-in.

Inoltre, potrebbe essere che a giugno vengano emanati nuovi incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici sotto i 30 mila euro e dei quali potrà usufruire chi ha ISEE sotto i 30 mila euro. Questo potrebbe aiutare a contenere la grave crisi del settore iniziata nel 2020 e destinata a durare ancora a lungo, ma i venditori chiedono lo stanziamento di nuovi fondi per tutti i modelli.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.