Koenigsegg Gemera, 300 esemplari per la Mega GT svedese da 1700 CV

koenigsegg gemera

Prima la Koenigsegg Jesko Absolut, candidata a diventare l’auto più veloce del mondo, adesso la Koenigsegg Gemera: la casa svedese, nonostante l’annullamento del Salone di Ginevra 2020 per l’emergenza coronavirus, ha deciso di stupire il mondo presentando due vetture dalla caratteristiche differenti ma capaci di portare una ventata di novità nel panorama automobilistico mondiale.

Continua a leggere

Continua a leggere

Koenigsegg Gemera, ibrida da 1700 Cv

La factory scandinava, infatti, da sempre concentrata sulla produzione di hypercar, stavolta ha voluto strafare presentando la Gemera, una quattro posti che sarà realizzata in 300 esemplari a partire dal 2022 e spinta da un propulsore tre cilindri 2.0 turbo capace di sprigionare ben 600 CV al quale si abbinano due motori elettrici – montati sull’asse posteriore, ognuno dei quali ha 500 Cv e 1.000 Nm di coppia. A rendere il tutto più esaltante, poi, ecco il terzo motore elettrico da 400 CV e 500 Nm collegato all’albero motore del tre cilindri. Il totale della potenza disponibile fa quindi 1700 CV che si traducono in un sistema ibrido capace di spingere l’auto alla velocità massima di circa 400 km/h per uno scatto da o a 100 km/h che viene coperto in appena 1,9 secondi. Numeri da capogiro che le fanno meritare l’appellattivo di “Mega GT”, come sottolineano dalla casa svedese. L’auto, inoltre, è in grado di percorrere 50 km in modalità 100% elettrica e 950 km con il propulsore termico con i motori elettrici che vengono alimentati da batterie di 15 kWh alloggiate sotto il pavimento del pianale e trasmissione è affidata al cambio Kdd Direct Drive, brevettato dalla Koenigsegg, che ha un solo rapporto consentendo un’erogazione continua della potenza senza interruzioni per le cambiate.

Interni di lusso per la Gemera

Prestazioni da supercar, ma comfort da auto di lusso: è questo il mix scelto da Koenigsegg per la sua Gemera. Gli interni, infatti, ai quali è possibile accedere attraverso portiere che si aprono al contrario nel consueto stile della casa svedese, offrono il massimo disponibile in fatto di comodità. I quattro posti veri della supercar sono dotati di ogni genere di comfort con porta-bibite con funzioni di raffreddamento e riscaldamento – a seconda delle esigenze -, stereo con 11 diffusori, sedili a regolazione elettrica, “clima” a 3 zone, tappetino per la ricarica senza fili degli smartphone anche per i passeggeri posteriori e wi-fi interno, oltre a tutti gli Adas finora concepiti a partire dal regolatore di velocità adattativo per arrivare al sistema per il mantenimento della corsia. Una vettura per pochi non solo per il prezzo, ancora top secret ma sicuramente destinata a pochi fortunati milionari, ma anche per le sua esclusività visto che ne saranno prodotte solo 300 unità.

Parole di Matteo Vana

Da non perdere