La Ferrari rifiutata dal sultano ora vale una fortuna: si starà mangiando le mani

Una delle più belle Ferrari di sempre è stata rifiutata da un sultano e il suo valore è schizzato alle stelle.

Possedere una Ferrari è il sogno di tutti quanti al mondo, anche quando si è talmente ricchi e potenti da essere diventati il sultano di uno Stato. Il Brunei è una piccola nazione asiatica che ha ricevuto l’indipendenza dalla Gran Bretagna solamente nel 1984, ma che ha un forte senso patriottico e molto rispetto nei confronti del proprio sultano.

ferrari 512 tr prezzo sultano
Il sultano rifiuta la Ferrari (AllaGuida)

Da quando esiste questa nazione, il sultano è sempre stato Hassanal Bolkiah. Quest’ultimo salì sul trono del Brunei il 5 ottobre del 196, quando aveva solo 21 anni in seguito all’abdicazione del padre. La sua figura fu determinante per l’indipendenza ed è una figura molto conosciuta e amata nella nazione.

Per questo motivo anche le più grandi case automobilistiche hanno cercato di omaggiarlo in qualche modo. Uno di questi fu il manager della concessionaria Ferrari in quel di Singapore, ovvero Alfred Tan. Nel 1994 la sua idea era quella di regalare al sultano quella che sarebbe stata a tutti gli effetti una versione del Cavallino unica nel proprio genere.

Si trattava di una 512 TR Spider decappottabile. Una novità assoluta anche perché questo modello unico nacque direttamente dalla Ferrari. Tutti quanti sarebbero rimasti entusiasti di fronte a questo modello incantevole, ma si sa che un sultano non è una persona come tutte le altre e infatti a sorpresa rifiutò il dono.

Ferrari 512 TR: venduta all’asta a un prezzo pazzesco

L’auto in questo si trattava di un gioiello di rara bellezza e che avrebbe così permesso di migliorare e perfezionare ancora di più la già sensazionale collezione di automobili presenti nel garage del sultano. Questa auto si presenta con un motore V12 da 4900 di cilindrata e questo permetteva di toccare i 300 km/h come picco massimo.

Ferrari 512 TR Spider, l'auto rifiutata dal sultano
Ferrari 512 TR Spider (RM Sotheby’s – AllaGuida)

Molto bene anche per quanto riguarda l’accelerazione, infatti da 0 a 100 km/h aveva bisogno di soli 4,8 secondi. Il colore era un blu notte e la Ferrari decise per una produzione di massimo tre unità. Una volta che Tan arrivò al cospetto del sultano però non ci fu il risultato sperato, infatti quell’automobile che avrebbe stregato chiunque non suscitò l’effetto sperato.

Uno dei tre modelli infatti non si riuscì a vendere, in quanto il costo probabilmente era davvero proibitivo per molti. Ecco allora che dopo ben 29 anni di tempo è giunto però il momento di mettere sul mercato quest’auto e per poter valorizzare nel migliore dei modi le vetture d’epoca, le aste sono le soluzioni migliori.

La vettura era di fatto nuova, basti pensare come siano solo 570 i chilometri percorsi nel corso della propria stori. In quest’ultimo periodo l’hanno migliorata con il cambio d’olio e degli pneumatici. Non è ancora sicuro il prezzo di mercato con il quale sarà venduta, ma secondo la nota agenzia RM Sotheby’s, dove si terrà l’asta il 4 novembre 2023, il valore di mercato sarò tra i 2,4 e i 3,1 milioni di Euro. Chissà che adesso il sultano del Brunei non si sia pentito di non aver acquistato questo portento a quattro ruote.

Impostazioni privacy