La gara più assurda del mondo: quali monoposto, questi sono dei “bolidi”

Il motorsport ha diverse sfaccettature, ma forse nessuno avrebbe mai potuto immaginare la nascita di una gara così pazza e incredibile.

Sono davvero pochissimi gli sport che sanno tenere incollati gli spettatori allo schermo come sono in grado di fare le sfide automobilistiche o motociclistiche. Il motorsport è straordinario perché si è evoluto sempre di più nel corso del tempo, dando vita a una serie incredibile di gare differenti.

La gara più assurda del mondo
Ma quali monoposto, questi sono dei veri bolidi (Fonte: Ansa Foto)

Inutile negare come la F1 e il MotoMondiale siano quelle maggiormente apprezzate, ma non sono le uniche. Da qualche anno a questa parte è nata la Formula E e le sue gare con monoposto elettriche, poi c’è la Superbike con le moto di serie o il Mondiale MXGP con le migliori moto da cross del mondo.

Per chi adora invece l’estremo ci sono gli eroi del rally che corrono nelle strade più impervie del mondo, senza poi dimenticare i titani della Endurance. A essi si devono anche affiancare alcune categorie decisamente meno conosciute, ma non di certo meno nobili.

Da qualche anno a questa parte è nato addirittura il Mondiale dedicato ai monopattini elettrici. Pochi giri per gara che però permettono di godersi un evento sicuramente diverso dal solito. Se pensate però che questa possa essere una delle gare più strane al mondo, forse non avevate mai sentito parlare della London Bus Racing.

“London Bus Racing”: una gara incredibile

La memoria deve tornare al 1982 e con YouTube è facile risalire alle più incredibili sfide che ci possano essere in su un circuito. L’evento si tenne in Inghilterra, nel tracciato di Northampton e vennero messi l’uno contro l’altro i bus turistici di Londra.

London Bus Racing, la gara più assurda del mondo
London Bus Racing, incredibili i sorpassi (Fonte: YouTube)

Tutti quanti di colore rosse si distinguevano l’uno dall’altro solamente per il numero che si trovava in alto a destra del parabrezza e dal nome della Scuderia in questione. Per quanto possa sembrare impossibile superare, possiamo notare come i piloti in gara siano dei veri temerari.

Per loro nulla sembra impossibile, nemmeno provare un sorpasso all’esterno che il numero 7 ha realizzato sul 2. Naturalmente ci è voluto un bel po’ di tempo per completare la manovra, ma non è stato per nulla semplice calcolare anche la distanza corretta per potersi immettere a centro pista.

A un certo punto si vede anche come uno degli autobus stesse procedendo a velocità decisamente meno sostenuta e questo ha provocato di fatto un ingorgo con quattro autobus appaiati. Non ci sono particolari notizie su quella gara, ma si conosce il nome del vincitore: Terry Tellin.

Tra i vari partecipanti è stato riconosciuto invece il numero 4, ovvero Chris Critchett. Da allora ogni tanto sono state realizzate alcune gare impossibili con autobus, anche se dalle immagini che abbiamo potuto reperire si è cercato almeno di variare il colore delle Scuderie.

Vedere tutti questi autobus che di solito sono utilizzati per accompagnare i turisti in giro per Londra a tutta velocità ha fatto sicuramente molto scalpore. Chissà se i piloti saranno stati chiamati anche per il ruolo di guida turistica della Capitale britannica.

Impostazioni privacy