Lamborghini Sián FKP 37, un omaggio in scala 1:1 in Lego Technic

Costruita con oltre 400.000 mattoncini rivestiti con vernice Lamborghini sarà esposta al museo di Sant'Agata Bolognese

Lamborghini Sián FKP 37 lego technic

La Lamborghini Sián FKP 37 era già stata lanciata nel 2020 in scala 1:8 in Lego Technic. Ora in esposizione da oggi fino al 6 ottobre, nel museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, ci sarà un modello in grandezza naturale, frutto di una collaborazione consolidata e pluriennale tra il Gruppo Lego e Lamborghini.

Realizzata con oltre 400.000 elementi in Lego Technic, questa riproduzione in scala 1:1 dell’edizione limitata della supersportiva italiana, è stata modella con 154 diversi tipi di elementi lego per garantire che il modello incarni l’eleganza futuristica e l’inconfondibile silhouette della Lamborghini Sián, fin nei minimi dettagli.

Lamborghini Sián FKP 37, una riproduzione perfetta

Lamborghini Sián FKP 37 costruita con 400mila lego

Segnando la seconda collaborazione tra i talentuosi designer, ingegneri e tecnici delle due aziende, il modello rispecchia al millimetro le dimensioni della Lamborghini Sián FKP 37.

Il telaio dalle proporzioni perfette è coperto dal tessuto di elementi esagonali Lego Technic su misura, che si interconnettono per formare un guscio carico di energia. Il design rende omaggio alla forma a sei lati che gioca un ruolo fondamentale nel linguaggio di Lamborghini, riecheggiando gli iconici fanali posteriori esagonali e la forma dello scarico della supersportiva italiana.

Lamborghini Sián FKP 37 usati 154 modelli di lego

Esternamente, il design della Lamborghini Sián è stato replicato nei minimi dettagli. Per sottolineare il significato della parola Sían, “saetta” o “fulmine” in dialetto bolognese, gli esperti del Gruppo Lego hanno fatto in modo che le luci e l’elegante fulmine che lampeggia lungo la carrozzeria riflettano come le Y delle luci del modello reale, e che i fari posteriori esagonali possano accendersi e spegnersi.

Lamborghini Sián FKP 37 lego technic interni

All’interno dell’abitacolo i dettagli sono riprodotti con estrema precisione, con un volante in mattoncini decorato con il famoso emblema e la bandiera italiana, i comandi del cruscotto costruiti da Masterbuilder Lego e i sedili da corsa.

Questo è inoltre il primo modello su larga scala del Gruppo Lego ad avere un rivestimento di colore UV ad effetto vernice, applicato per garantire che il modello duri nel tempo.

Il colore, che corrisponde perfettamente a quello utilizzato per il modello Lego Technic in scala 1:8, è stato applicato dal reparto verniciatura di Lamborghini per garantire una finitura degna della supersportiva.

Lamborghini Sián FKP 37 Lego Technic a grandezza naturale, i numeri

Lamborghini Sián FKP 37 lego technic in esposizione
  • Oltre 400.000 pezzi Lego Technic utilizzati in totale.
  • 154 diversi tipi di elementi Lego Technic utilizzati, di cui 20 stampati appositamente per questo modello.
  • Peso totale: 2.200 kg
  • 8.660 ore dedicate allo sviluppo e alla costruzione:
    • 5.370 ore di sviluppo
    • 3.290 ore di produzione
  • Creato da 15 specialisti di design, ingegneria e costruzione team Lego di Kladno, Repubblica Ceca.
    • Le dimensioni della costruzione sono identiche al modello reale: 4.980 mm di lunghezza, 2.101 mm di larghezza e 1.133 mm di altezza.
  • Luci anteriori e posteriori funzionanti, costruite interamente con elementi Lego Technic.
  • Per la prima volta, un modello Lego è stato dipinto utilizzando un rivestimento ad effetto vernice, con la stessa verniciatura ufficiale di Automobili Lamborghini.
  • Per la prima volta, le linee iconiche del design di un modello a grandezza naturale sono state illuminate per onorare le curve visionarie e la forma futuristica dell’auto reale, che è così venerata dagli appassionati di supersportive di tutto il mondo.
  • Per la prima volta, una forma esagonale è stata utilizzata per formare il guscio esterno di una costruzione in onore della storia del design della Lamborghini Sián FKP 37, fortemente ispirata a questa forma.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!