Lancia Delta Integrale, un'elettrica da 680 CV per il Rallycross 2022

La configurazione a due motori a trazione integrale produrrà un totale di 880 Nm di coppia e un accelerazione 0-100 sotto i 2 secondi

Lancia Delta Integrale elettrica

Sembra la classica auto da rally ma ha una moderna alimentazione elettrica. E’ niente meno che la mitica Lancia Delta Integrale, pronta a tornare a mangiare terra nel World Rallycross Championship (WRX) 2022.

L’iniziativa è frutto della francese GCK Motorsport e questa volta il motore turbo è sparito perché la nuova macchina utilizzerà solo energia elettrica.

In realtà questo modello non è basato su una Delta Integrale. GCK sta usando il suo chassis, quello della Exclusiv-e, un restomod previsto in appena 47 esemplari.. L’azienda chiama la macchina risultante Lancia Delta Evo-e. 

Lancia Delta Integrale, un’elettrica esplosiva per il WRX

Questa Lancia Delta Integrale elettrica sarà equipaggiata con due motori elettrici da ben 500 kW e una batteria realizzata da Kreisel. Sfrutta un powertrain a trazione integrale da 680 CV e 880 Nm  identico a quello delle 14 vetture che hanno partecipato al campionato 2021. L’accelerazione da 0 a 100 km sarà presumibilmente intorno ai 2 secondi.

Anche se tutti i team avranno lo stesso propulsore, si potranno chiaramente utilizzare carrozzeria e livree diverse.

Inoltre la FIA, i team e gli organizzatori, stanno cercando di modificare il formato della gara per promuovere una competizione con maggiori opportunità di sorpasso.

La GCK Motorsport ha già corso in passato nel Rallycross con altri modelli: con la Delta l’intenzione è quella di vincere sul campo e conquistare il pubblico anche grazie al fascino evergreen della Lancia.

Ricordiamo che dal 1988 al 1992, la scuderia Lancia ha conquistato cinque titoli costruttori e tre trofei piloti con la Delta Integrale nel Campionato Mondiale Rally.

Dal punto di vista estetico invece il restomod della Lancia Delta Integrale elettrica riprende in parte la classica livrea Martini. La carrozzeria però è stata modificata secondo i regolamenti tecnici del WRX e perciò si trovano parafanghi allargati, prese d’aria aggiuntive e uno spoiler posteriore biplano.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!