Lancia Ypsilon, debutta la versione mild hybrid della vettura

lancia ypsilon mild hybrid

Lancia Ypsilon, Fiat 500 e Fiat Panda, oltre a condividere molta delle componentistica che le equipaggia, fanno parte della stessa grande famiglia: dopo che le altre due avevano ormai sposato la causa ibrida, era solo questione di tempo prima che la citycar a marchio Lancia seguisse la strada tracciata dagli altri due modelli. Adesso, infatti, anche la Ypsilon, una delle vetture italiane di maggior successo negli ultimi anni, debutta in versione mild hybrid.

Continua a leggere

Continua a leggere

Lancia Ypsilon diventa mild hybrid

Una scelta, quella della Lancia, più che logica; così facendo, infatti, la vettura guadagna tutti i benefici fiscali – oltre a quelli legati alla possibilità di circolare anche con il blocco del traffico – riservata alle auto a basse emissioni. Sul sito della casa italiana, infatti, la Lancia Ypsilon EcoChic Hybrid, versione green dell’auto, grazie ad una promozione attiva fino al termine di marzo, è acquistabile al prezzo di 10.350 euro in abbinamento all’allestimento Silver, che può vantare clima manuale e cerchi da 15’’, e da 10.900 euro per quello Gold – che aggiunge fari fendinebbia volante e pomello del cambio in pelle e sistema multimediale UConnect con display da 5’’, abbinato al finanziamento Be-Hybrid.

Sotto il cofano la Lancia Ypsilon mild hybrid monta il motore Firefly 1.0 a tre cilindri benzina da 70 CV e 92 Nm di coppia massima abbinato ad un piccolo modulo elettrico da 12V alimentato da una batteria al litio. Il motore elettrico, in questo caso, funziona da generatore nelle frenate e recupera l’energia che altrimenti verrebbe dispersa, alimentando una batteria supplementare agli ioni di litio da 0,13 kWh. Il motore elettrico fornisce 3,6 kW (cioè 5 CV) nelle accelerazioni e riavvia il motore termico dopo il suo spegnimento automatico mentre l’auto rallenta: al di sotto dei 30 km/h, quindi, con la marcia in folle il motore a benzina si spegne e lascia la Lancia Ypsilon Hybrid libera di veleggiare sfruttando l’abbrivio.

Parole di Matteo Vana

Da non perdere
Potrebbe interessarti