L'automobile in plastica riciclata non è più fantascienza: ecco quando comprarla

Al K-Show di Dusseldorf, la fiera sui materiali del futuro sarà svelata la nuova vettura realizzata in plastica: ecco le sue caratteristiche

AKXY2

AKXY2 - Foto credits Asahi Kasei press

Quella su come le auto del futuro è una domanda alla quale nessuno sa rispondere con certezza. Quello che è certo, però, è che il leader giapponese della chimica dei materiali, Asahi Kasei, sembra aver trovato una risposta.

La sua vettura, la prima automobile in plastica riciclata che applica alla lettera il concetto di mobilità sostenibile, si chiama AKXY2 ed è iper leggera, con un abitacolo trasparente, non ha volante e pedali e si guida da sola.

L’auto in plastica che presto si potrà acquistare

La base del progetto di questa innovativa auto, è il fatto di essere realizzata con pochissime parti di acciaio e alluminio e la grande cupola trasparente per tetto e finestrini è realizzata non in vetro, ma in materiale plastico. I posti interni sono due più uno di fortuna mentre il tessuto dei sedili è ricavato sempre da polimeri plastici riciclati, così come tutto il rivestimento del padiglione inferiore. Per entrare all’interno del veicolo, poi, la cupola viene sollevata da speciali pistoni in modo da permettere l’apertura in basso dell’unica porta laterale

AKXY2
AKXY2 – Foto credits Asahi Kasei press

Dentro non esistono pedali nè volante con un motore elettrico a la tecnologia della guida autonoma di livello 3 che permette alla vettura di muoversi da sola. Inoltre, per risparmiare energia, i proiettori luminosi per gli esterni sono rimpiazzati da delle sottili strisce a LED per rendere l’auto visibile ai pedoni. Per vederla, però bisognerà aspettare il prossimo mesi di ottobre quando si svelerà ufficialmente al K-Show di Dusseldorf, la fiera sui materiali del futuro, mentre per acquistarla dovranno passare ancora almeno un paio di anni.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti