Le auto più economiche del 2018: classifica e foto

Scopriamo quelle che sono le auto più economiche del 2018. Il fattore prezzo è fondamentale, ma cerchiamo di proporre tanti esempi di tipologia differente per aiutarvi a trovare la soluzione migliore per voi.

da , il

    Auto economiche 2018

    In un momento in cui i soldi non bastano mai, andiamo a toccare il tema delle auto più economiche del 2018. La crisi economica sembra non aver ancora allentato la sua morsa e gli stipendi non si sono ancora adeguati a tutti i vari rincari: tra le spese più alte, nella vita di tutti i giorni, ci sono quelle legate alla casa e all’auto. Sul secondo fronte ci sono molte possibilità di risparmio, dalla ricerca di assicurazioni auto economiche, all’acquisto vero e proprio di auto economiche.

    Ovviamente parlare di auto economiche, in generale, è molto relativo: ci possono essere auto economiche nuove, così come auto economiche usate. Allo stesso modo bisogna fare delle opportune distinzioni di segmento, perchè non tutti hanno le stesse necessità: auto monovolume economiche, auto 4×4 economiche, auto ibride economiche, ecc.

    L’elemento comune a tutte queste discussioni, comunque, è individuare le auto più convenienti. E diciamolo fin da subito: auto belle ed economiche esistono, quindi spender poco non equivale a comprare una carretta.

    Auto economiche 2018

    Auto economiche 2018

    Come abbiamo già detto nell’introduzione, ognuno ha le sue esigenze e un concetto diverso di economico. Per questo motivo cerchiamo di strutturare l’articolo in diverse categorie, per cercare di definire quali siano le auto più economiche per ogni categoria di appartenenza.

    Se avete in mente l’acquisto di una tra le auto nuove 2018 economiche, sicuramente le cifre in gioco sono più alte che nel caso di un usato. Spender poco per un’auto nuova equivale a prendere una citycar, ma se volete qualcosa di più grande le cifre salgono. Discorso diverso per le auto usate, dove ci sono tanti altri fattori ad entrare in gioco nella valutazione finale della vettura.

    A tutto questo, poi, dobbiamo aggiungere che nel caso delle auto nuove, il prezzo di listino è solo un’indicazione, dato che poi c’è sempre la fase di contrattazione con sconti più o meno alti. In più quasi sempre i vari costruttori propongono delle promozioni interessanti, che abbassano ulteriormente il prezzo delle auto in offerta.

    Auto sportive economiche

    Auto economiche 2018

    Può sembrare un controsenso: auto sportive, magari auto potenti economiche. In realtà non lo è, dato che ci sono diverse ragioni per voler puntare ad auto veloci economiche, o anche solo vetture che sappiano regalare emozioni alla guida. I più giovani, magari, sognano il brivido della velocità, ma hanno poco budget a disposizione. Oppure qualcuno un po’ più avanti con l’età sogna di poter avere di nuovo un’auto sportiva, ma deve fare i conti con le spese di tutti i giorni ed ha pochi soldi a disposizione.

    Se guardate a qualcosa di nuovo, per spendere poco ci sono le citycar o utilitarie sportive. Tra queste la più gettonata è sicuramente l’Abarth 595, che parte da 19.900 euro nella versione da 145 cavalli. Un’alternativa all’Abarth, più economica, può essere la Renault Twingo GT, che con i suoi 110 cavalli parte da un prezzo di listino di 15.900 euro.

    Sempre parlando di nuovo, un’alternativa potrebbe essere cercare delle auto coupè economiche. In questo caso i prezzi salgono decisamente tanto: ad esempio una Toyota GT86 (trazione posteriore, cambio manuale e motore da 200 cavalli aspirato) parte da 31.800 euro. Non tantissimi per una coupé sportiva, ma non certamente economica.

    Auto economiche 2018

    Per spendere meno l’alternativa è quella di guardare alle auto sportive usate economiche. In questo caso bisogna fare molta attenzione allo stato della vettura, prima di acquistarla: generalmente una sportiva non viene usata per andar piano e quindi un usato potrebbe essere stato maltrattato negli anni.

    Di auto sportive economiche usate ce ne sono davvero tante, ma cerchiamo di buttar giù qualche idea. Una Abarth 500, ad esempio del 2010, si trova facilmente sotto ai 10.000 euro, con quotazioni che variano a seconda del chilometraggio e dell’allestimento. Non troppo care sono anche le Abarth Grande Punto e Abarth Punto Evo.

    Un altro evergreen tra le sportive è la VW Golf GTI, che a seconda degli anni ha prezzi diversi. Ad esempio una Golf VI GTI (210 cavalli) si può trovare anche attorno ai 12.000 euro con non troppi km, oppure una Golf V GTI (200 cavalli) la possiamo pagare meno di 8.000 euro in buono stato.

    Auto economiche 2018

    Auto d’epoca economiche

    Una categoria a parte è quella delle auto d’epoca economiche. Ci sono anche auto storiche a prezzo scontato, specialmente quelle di cui ne sono sopravvissuti tanti esemplari. Una tra tutte la vecchia Fiat 500, che si trova anche a 2/3.000 euro in buone condizioni. Non costa troppo cara nemmeno una Fiat 127, con quotazioni medie tra i 2 e i 3.000 euro anche per lei.

    E di auto d’epoca sportive economiche ce ne sono? In questo caso la risposta è nì. I prezzi, in assoluto, non sono altissimi, ma comunque decisamente superiori a quelle delle auto d’epoca che abbiamo appena citato. Ad esempio un’Alfa Romeo Spider 2.000 della metà degli anni Ottanta vale attorno ai 10.000 euro. Ma dipende anche dal modello, dato che quelli più inflazionati costano decisamente più cari: circa 30.000 euro per una Lancia Delta HF Integrale 16V, che salgono di qualche decina di migliaia di euro per una HF Evo.

    Auto usate economiche

    Auto economiche 2018

    Le auto più economiche sono sicuramente quelle usate, poche storie. Le auto piccole, in genere, sono quelle che tengono meglio il valore: le quotazioni di un’utilitaria di 3/4 anni non saranno così basse come potreste immaginarvi.

    Se siete alla ricerca di auto super economiche, tra l’usato si possono fare degli ottimi affari. Un esempio? La Fiat 600, che si può portare a casa anche a meno di 1.000 euro ed ha una manutenzione molto economica. Con circa 3000 euro potete portarvi a casa una Fiat Grande Punto a benzina in condizioni discrete, più care quelle diesel o recenti di immatricolazione.

    Tra le citycar usate più recenti, hanno dei prezzi interessanti sia le coreane Kia Picanto e Hyundai i10, sia la Ford Ka. Ad esempio una Ford Ka 3 porte del 2010 si trova attorno ai 3/4.000 euro.

    Qualcosa di più grande? Ad esempio, guardando al segmento C (quello delle berline compatte), una Fiat Bravo del 2010 con motore 1.6 diesel si può trovare attorno ai 6/7.000 euro.

    Auto SUV economiche? La risposta anche in questo caso può essere ritrovata nell’usato: ad esempio una Dacia Duster del 2014 a GPL può essere comprata a circa 10.000 euro. Oppure una Renault Koleos del 2012 turbodiesel si può trovare attorno agli 11/12.000 euro. Prezzi simili alla Renault anche per le Opel Mokka del 2012.

    SUV non è sinonimo di trazione integrale, dato che sono molte le sport utility 4×2. Se quello che cercate sono auto 4×4 usate economiche, oltre ai classici SUV (a patto che siano a trazione integrale), potete guardare anche altro. Ad esempio una Fiat Panda 4×4 del 2010 costa attorno ai 5/6.000 euro, dato che tiene anche molto bene il valore dell’usato. Una Skoda Octavia 1.6 TDI diesel 4×4 del 2011 vale meno di 10.000 euro.

    Auto elettriche economiche

    Auto economiche 2018

    Le auto elettriche sono generalmente ancora molto care. La più economica tra le auto elettriche nuove è la Renault ZOE, che parte da 23.300 euro (con una formula di noleggio per le batterie). Ma già salendo di segmento e dando un’occhiata alla Nissan Leaf, ci accorgiamo che bisogna mettere in conto almeno 33.000 euro.

    Nel mercato dell’usato l’offerta è ancora scarna, ma se avete fortuna potete trovare qualcosa. Occhio, però, al decadimento delle batterie. Una Renault Twizy usata può anche esser econsiderata una tra le auto piccole economiche, oltre ad essere elettrica. Molto scarna, ma anche molto pratica. Un esemplare del 2012 vale attorno ai 4/5.000 euro. Oppure una Nissan Leaf del 2013 si può portare a casa a meno di 13.000 euro.

    Ad ogni modo, dovrebbe essere abbastanza chiaro che le auto più economiche non siano quelle elettriche.

    Auto cabrio economiche

    Auto economiche 2018

    Se vogliamo toglierci uno sfizio, ma senza spendere troppo, perchè non una cabrio economica? Sul fronte del nuovo, possiamo citare due esempi interessanti nel panorama: la Mazda MX-5, che parte da 25.500 euro, o la Fiat 124 Spider, che parte da 27.500 euro. Cifre, comunque, importanti, anche se in termini assoluti non sono altissime per delle scoperte.

    Non è una cattiva idea anche quella di valutare delle auto cabrio usate economiche. Se hanno la capote in tela, occhio che non ci siano perdite o infiltrazioni, specie se la vettura è molto vecchia. Se volete una scoperta, sappiate che ci sono auto usate super economiche anche in questa categoria. Ad esempio una Fiat Punto Cabrio del 1998 può valere anche solo 1.000 euro. Oppure una Fiat Barchetta può valere anche solo 2/3.000 euro.

    Una Ford Focus CC (Coupé Cabriolet, con il tetto rigido in metallo) del 2010 si può trovare anche a 7/8.000 euro. Una Peugeot 207 CC del 2007 o 2008 può valere anche meno di 4.000 euro.

    Auto familiari economiche

    Auto economiche 2018

    In genere per familiari si intendono le classiche station wagon, ma anche monovolume e SUV possono essere ottime vetture per la famiglia. Sul fronte del nuovo ci sono alcuni modelli da tenere d’occhio, come la Dacia Logan MCV che parte da 8.700 euro (ma con una dotazione decisamente troppo scarna) o la Fiat Tipo Station Wagon, che parte da 17.500 euro.

    Una Ford Focus SW turbodiesel del 2014 vale circa 11/12.000 euro e con pochi km, mentre per una del 2009 possono bastare anche solo 5.000 euro. Servono circa 8.000 euro per una Volkswagen Golf Variant del 2010, se preferite le tedesche.

    Spostandoci a guardare le monovolume e cercando auto 7 posti economiche, possiamo citare l’esempio della spaziosissima Renault Espace: un esemplare del 2009 vale meno di 10.000 euro. Oppure una Opel Zafira del 2009 vale 5/6.000 euro.

    Parlando di SUV economici, una Ford Kuga turbodiesel del 2009 vale meno di 10.000 euro. Qualcosa di più piccolo? Una Fiat Sedici del 2012 turbodiesel vale attorno ai 7.000 euro.

    Auto GPL economiche

    Auto economiche 2018

    Sul fronte del nuovo valgono tutte le considerazioni già fatte in precedenza. Tra le auto economiche GPL nuove, possiamo citare la Dacia Duster che parte da 13.100 euro nella versione bifuel o la Dacia Sandero, la cui variante bifuel parte da 9.750 euro. Ma occhio alla dotazione delle Dacia base, ai limiti dell’inaccettabile. Proseguendo una Hyundai i10 GPL parte da 12.250 euro, mentre una Opel Karl GPL parte da 13.720 euro.

    E tra le usate? Prima di tutto c’è da preferire le auto con impianto GPL di fabbrica, perchè più affidabili nel tempo. Ad esempio una Fiat Punto Easypower GPL del 2012 vale meno di 6.000 euro. Oppure una Fiat Bravo Easypower GPL del 2012/2013 vale anche meno di 8.000 euro.

    Auto a metano economiche

    Discorso simile anche per le auto economiche a metano. Quelle nuove hanno, generalmente, un prezzo di listino molto elevato, ma nell’usato si trovano anche degli affari. Anche in questo caso da preferire le vetture con impianto a gas di fabbrica, perchè vi garantiranno meno pensieri nel tempo.

    Per fare un paio di esempi del listino del nuovo, dove comunque l’offerta non è molto ampia, possiamo citare la Fiat Panda Natural Power a metano e la Fiat Punto Natural Power a metano, che partono rispettivamente da 16.000 e 17.340 euro. Per entrambe, comunque, ci sono degli interessanti sconti.

    Sul fronte dell’usato? Una Fiat Punto a metano del 2012 può essere vostra anche a 6.000 euro. Una Panda Natural Power del 2013 si può trovare anche a meno di 7.000 euro.

    Auto utilitarie economiche

    Auto economiche 2018

    Nel segmento delle utilitarie, sicuramente i prezzi non sono eccessivi. Parlando di auto nuove economiche, una su tutte può essere la Dacia Sandero, di cui abbiamo già citato i listini molto bassi, ma con dotazioni molto basilari nelle versioni d’accesso. Un altro interessante esempio è la Fiat Punto, che a dispetto del listino non particolarmente allettante viene proposta con sconti formidabili. Interessante anche il prezzo finito delle Lancia Ypsilon, auto sfiziosa e dalle buone finiture.

    E se cerco un usato? Ad esempio una Ford Fiesta 1.2 60 CV in allestimento base del 2015 vale circa 6.000 euro. Oppure una Peugeot 208 del 2014 può essere acquistata a circa 6.000 euro con motore benzina. Queste sono quotazioni molto interessanti, per auto anche relativamente recenti. Basta cercare quella che vi piaccia di più: le offerte non mancano.

    Auto diesel economiche

    Auto economiche 2018

    Nei paragrafi precedenti abbiamo già citato diversi esempi di auto diesel economiche. Sul fronte del nuovo è difficile spendere poco, dato che il diesel non viene quasi mai offerto su auto di segmento A (categoria della Fiat Panda). Parlando di auto nuove economiche diesel, ad esempio una Citroen C3 diesel parte da 15.050 euro, mentre una Fiat Panda Multijet parte da 14.650 euro.

    E le usate? Ad esempio una Ford Fiesta TDCi del 2010 può valere attorno ai 5/6.000 euro, ma sul fronte delle auto di seconda mano conta molto l’anno e il chilometraggio. Se cercate qualcosa di più grande, ad esempio una grossa wagon, possiamo citare l’esempio della Renault Laguna dCi, dove un esemplare del 2011 può valere anche meno di 9.000 euro.

    Per la categoria delle auto economiche diesel usate bisogna molto giocare sull’anno di prima immatricolazione per trovare qualcosa che stia nel nostro budget, ma le offerte non mancano di certo.

    Noleggio auto economiche

    Alcuni ogni tanto se lo chiedono. Ma il noleggio conviene? Tenete in conto che, per privati, il noleggio non è sempre la formula più conveniente. In genere bisogna mettere in conto un anticipo di qualche migliaio di euro e rate mensili da almeno 300 euro al mese. Tutto è incluso in queste formule: dall’assicurazione al bollo, dalla manutenzione ordinaria a quella straordinaria.

    Una formula simile, ma forse più vantaggiosa per privati può essere quella del finanziamento con possibilità di restituzione. In questo caso l’anticipo è simile a quello del noleggio, ma la rate mensile molto più bassa. Ad esempio, in promozione, una Ford Fiesta TDCi 85 CV ha una rata mensile di circa 150 euro. L’assicurazione e il bollo sono a parte.