Leclerc cuore Ferrari, parole da leader: l’avviso a Sainz che sconvolge tutti

Charles Leclerc è in Ferrari dal 2019. Il suo prolungamento contrattuale appare sempre più probabile. Il monegasco ha speso parole sorprendenti per il teammate.

Il matrimonio tra Charles Leclerc e la Ferrari è destinato a durare ancora per diversi anni. A termine del 2024 scadranno gli accordi attuali, ma il prodotto dell’Academy pare abbia già trovato una intesa con la Scuderia modenese. Del resto, non vi sono grosse alternative nei principali top team.

Leclerc cuore Ferrari,
Carlos Sainz e Charles Leclerc (Ansa) allaguida.it

L’eventuale ritiro di Lewis Hamilton avrebbe potuto creare un effetto a catena con più piloti coinvolti. L’anglocaraibico avrebbe deciso di prolungare il suo contratto con la Stella a tre per altre stagioni. Di conseguenza CL16 avrebbe trovato la porta sbarrata a Brackley. La Red Bull Racing è nelle mani di Max Verstappen e solo un pilota molto coraggioso o che non ha nulla da perdere proverebbe a spodestare il pilota, ad oggi, più vincente della griglia nel team che lo ha cresciuto.

L’Aston Martin del boss Lawrence Stroll sarà sempre legata alla presenza di Lance, mentre l’altro sedile è riservato al bicampione del mondo Fernando Alonso. Quest’ultimo, infatti, non ha alcuna intenzione di appendere il casco al chiodo e i risultati gli danno ragione. In questo scenario per Leclerc e Sainz le strade non sono molte. La McLaren è coperta con i giovanissimi Norris e Piastri. L’alternativa per i Carli sarebbe finire in una squadra con meno storia e potenzialità della Ferrari.

Leclerc, parole inaspettate per Sainz

Charles avrebbe desiderato avere una monoposto competitiva per competere con il coetaneo della Red Bull Racing, Max Verstappen. Quest’ultimo sta facendo incetta di vittorie del 2023, essendo ad un solo trionfo dalla striscia di 9 di Sebastian Vettel, ottenuta nel 2013 in RB. Max ha le potenzialità, a bordo della magnifica RB19, di vincere tutte le gare della stagione.

Sainz e Leclerc in pista
Leclerc e Sainz sulla SF23 (Ansa) tuttomotoriweb.it

Leclerc, invece, può ambire solo a qualche sporadico podio. Ha strappato 2 pole position, sin qui, registrando tre podi negli appuntamenti in cui si sono corse le Sprint Race. In classifica, dopo l’ottima prestazione a Spa, il numero 16 è risalto in quinta posizione, ex aequo con George Russell a quota 99 punti. Nel 2022 aveva abituato i fan a ben altri traguardi, ma la SF23 si è rivelata essere una monoposto lenta e con pochi punti di forza.

Carlos Sainz non ha fatto faville, pur avendo meno imprevisti e problemi tecnici. Lo spagnolo ha ottenuto solo una medaglia di bronzo nella SR dell’Austria. In graduatoria è settimo. Le aspettative si sono abbassate fin dal primo GP. “Discuto molto con Fred, dei progetti per il futuro. Siamo allineati. So cosa accadrà e sono fiducioso. Amo la Ferrari e voglio vincere qui. È la mia priorità. Sainz? Se andasse via prenderebbe delle decisioni sbagliate. Posso lavorare bene con Carlos, anche se c’è molta concorrenza tra di noi“, ha ammesso in una intervista al Corriere della Sera Leclerc riporta anche su MARCA.

Il monegasco ha confermato che Sainz ha una grande etica del lavoro. Si allena con costanza per migliorare. A questo punto potrebbe anche arrivare un doppio rinnovo contrattuale che renderebbe i Carli una delle coppie più longeve della Scuderia.

Impostazioni privacy