Luca Cordero di Montezemolo, il suo garage mette i brividi: tutti i suoi modelli da sogno

Luca Cordero di Montezemolo è uno dei più grandi dirigenti della storia d’Italia e il suo garage è davvero sensazionale.

Tra i personaggi più influenti della storia d’Italia non si può di certo non citare Luca Cordero di Montezemolo, un uomo che nella propria vita ha sempre messo in mostra un grande fiuto per gli affari. Nel mondo della F1 ha avuto un ruolo primario, con il suo lavoro a Maranello che è stato determinante per tornare in corsa per il titolo.

Negli anni ’70 la Ferrari stava vivendo un momento molto complicato, con il titolo Mondiale che mancava dalla Scuderia più leggendaria del mondo addirittura dal 1964. Un periodo decisamente troppo dilatato nel tempo e infatti il Cavallino decise di puntare su Luca Cordero di Montezemolo.

Il suo ingresso si rivelò determinante, infatti già nel 1974 Clay Regazzoni andò a un passo dal titolo, poi vinto dalla McLaren di Emerson Fittipaldi, ma nel 1975 ecco il tanto atteso trionfo. A dominare quella stagione fu Niki Lauda, un pilota fortemente voluto da Montezemolo che dimostrò immensa classe in pista.

L’austriaco vinse il titolo iridato anche nel 1977, ma dopo i gravi fatti del Nurburgring, in Ferrari qualcuno mugugnava e per questo lasciò, rompendo un forte legame con Montezemolo. Anche il suo ritorno negli anni ’90 avvenne per rialzare la testa a una Scuderia in forte crisi e riuscì ancora una volta e entrare nella leggenda.

Le Ferrari di Montezemolo: il regalo indimenticabile di Gianni Agnelli

Sono state tantissime le Ferrari che ha potuto ammirare vincere e ancora di più quelle che ha guidato e che si trovano nel suo garage. Tra le più rare vi sono dei modelli epici come la Spider F1, una vettura di coloro grigio Alloy che presenta un motore da 3600 di cilindrata.

Ferrari 360 Modena, l'auto di Luca Cordero di Montezemolo
Ferrari 360 Modena, il bolide regalato da Gianni Agnelli (Ferrari – AllaGuida)

Indimenticabile anche la 348 TB, con Montezemolo che la rese unica grazie all’utilizzo di un acceso colore giallo, con un motore anche in questo caso V8 che erogava ben 300 cavalli. Da citare anche la 599 GTB Fiorano. Si tratta di una vettura che si presenta in tutto il proprio splendore, con un’eleganza unica nel proprio genere e che in seguito è stata fonte di ispirazione per la 812 Superfast.

Se c’è però un’automobile che in assoluto è entrata nel cuore di Luca Cordero di Montezemolo è la Ferrari 360 Modena. Si tratta anche in questo caso di una berlinetta con trazione posteriore e con dimensioni che la portano ad avere una lunghezza di 447 cm, una larghezza di 192 cm e un’altezza di 123,5 cm.

La 360 Modena presenta al suo interno un motore V8 da 3600 di cilindrata con un’erogazione massima di 400 cavalli. In questo modo era un veicolo che era in grado di toccare i 295 km/h, ma ciò che contava di più per Montezemolo era chi gli aveva regalato quell’auto da sogno.

Si trattava infatti di un regalo di nozze da parte di Gianni Agnelli, quando Luca Cordero di Montezemolo sposò nel 2000 Ludovica Andreoni. La coppia nel 2018 ha deciso di separarsi, ma la Ferrari 360 Modena è ancora nel garage dell’imprenditore ed è uno dei gioielli più rari e preziosi del bolognese.

Impostazioni privacy