Lutto in Formula 1, si è spenta l’icona amata dai tifosi: gli volevano tutti un gran bene

Una tragica notizia ha sconvolto il mondo della F1 con i tifosi di tutto il mondo che stanno piangendo la sua scomparsa.

Le brutte notizie alle volte capitano proprio quando meno ce le si aspetta. La F1 è un mondo che purtroppo tante volte ha dovuto fermarsi per poter ricordare i suoi grandi eroi che purtroppo hanno perso la vita mentre stavano guidando.

Lutto F1, tifosi disperati
Lutto F1 (AllaGuida)

Le corse sono in assoluto lo sport più pericoloso e rischioso e ci vuole davvero molto poco per incappare in tragiche vicende. Anche un periodo storico dove si è riusciti a implementare moltissimo i sistemi di sicurezza, non sono mancate le tragedie, con il caso di Jules Bianchi che è ancora molto doloroso.

I problemi accrescono ancora di più nel momento in cui si scende nelle categorie inferiori, con certi lutti che purtroppo hanno contraddistinto gli ultimi mesi di motorsport. Ci sono tanti piloti che hanno perso la vita, ma sono anche gli ingegneri che hanno permesso a questi eventi di entrare nel mito.

Ciò che ha fatto sì che la F1 potesse diventare in assoluto la competizione più amata in tutto il mondo è anche il fatto che ha saputo andare oltre ai semplici protagonisti in pista. Sono tantissime le figure anche extra circuito che si sono fatti conoscere, partendo dalle figure più incredibili.

Una di queste purtroppo di recente ci ha definitivamente lasciati, causando così un enorme vuoto nei tifosi di tutto il mondo. Una tragedia che verrà ricordata per tanto tempo, infatti se ne va una delle figure più amate e simpatiche degli ultimi anni.

Formulino se ne va: addio al gatto del GP di Imola

Aveva imparato a farsi voler bene da tutti il gatto Formulino, un meraviglioso micione di colore grigio e con delle piccole strisce nere. Quest’ultimo non temeva di certo la velocità, le monoposto e nemmeno i piloti, anzi questi erano ormai diventati suoi amici.

Formulino, la morte del gatto di Imola
Formulino (Instagram – AllaGuida)

Il caso più eclatante lo si ebbe in occasione del GP di Imola del 2020, con Sebastian Vettel che continuava a vedersi interrotta la sua intervista proprio a causa di Formulino. Il tedesco ancora in Ferrari racconta come lui non fosse un grande amante dei gatti, ma a quanto pare quel bel gattone si era affezionato a lui.

Dopo aver fatto un saluto a Vettel, ecco che era il turno di salutare il campione del mondo in carica Lewis Hamilton. Non che ne avesse bisogno nel 2020, ma a fine gara Lewis poté ringraziare Formulino per aver “benedetto” la sua gara.

Il nome di Formulino ormai era diventato molto noto tra gli appassionati, anche perché aprirono una pagina Instagram in suo onore chiamata “Formulinotheking” che vantava oltre 40 mila follower. Un gatto che dunque era riuscito a entrare a tutti gli effetti a far parte del magico mondo della F1 e dal quale non se ne sarebbe più voluto andare.

Proprio la pagina ufficiale ha di recente ricordato il povero gatto che all’età di 14 anni ha lasciato questo mondo. Sarebbe stato bello vederlo ancora una volta in pista con i piloti, ma in questi 14 anni nessuno gli ha mai fatto mancare nulla e si è potuto godere tati anni in uno dei circuiti più belli del mondo.

Impostazioni privacy