Marc Marquez non ha voluto farlo, la rivelazione sorprende: “Non mi cambiava la vita”

Marc Marquez è stato protagonista di una dichiarazione molto sorprendente nel post gara del Qatar. Scopriamone i dettagli.

Marc Marquez ha avuto un 2023 veramente complicato. Il pilota che nel 2024 correrà in Ducati nel team Gresini Racing, non ha conquistato neanche una vittoria in questa stagione. Poche anche le pole position e i podi. Per un pilota che ha dominato in lungo e in largo la MotoGP, è sicuramente un’anomalia.

marquez dichiarazioni gp qatar
Marc Marquez (allaguida.it – Ansa)

Eppure, è addirittura dal 2021 che non vince neanche una gara. Insomma, una situazione difficile da accettare per un campione del genere e che per forza di cose necessitava di un cambiamento netto.

Il prossimo anno, alla guida di una motocicletta di Borgo Panigale, avrà la grande occasione di tornare al vertice della classe regina del motomondiale. Nel frattempo, comunque, ha corso un opaco Gran Premio del Qatar (11°). Si è però reso grande protagonista nel post gara.

Marc Marquez lo ha rivelato nel post gara: è tutto vero

Marc Marquez ha concluso solo 11° il GP del Qatar, una corsa in cui è arrivato appena dietro alla Ducati Pramac di Jorge Martin. Lo spagnolo in lotta per il titolo ha dovuto affrontare una delle gare peggiori della sua stagione, facendo i conti con problemi davvero evidenti alle sue gomme. Ragion per cui Marc Marquez ha deciso di non sorpassarlo; a spiegarlo è stato lo stesso pilota della Honda, come riportato da Marca: “Non ho voluto lottare con lui alla fine, non mi cambiava la vita e invece per lui pochi punti possono essere importanti”.

marquez dichiarazioni gp qatar
Marc Marquez ‘difende’ Martin in gara: le dichiarazioni (allaguida.it – Ansa)

Punti che donano sicuramente una flebile ultima speranza a Jorge Martin, visto che dopo la difficile gara di Losail è crollato a 21 punti dalla Ducati di Francesco Bagnaia. Con una sola Sprint Race e una sola gara da disputare, le quotazioni iridate per il pilota spagnolo si riducono notevolmente ad una piccola luce, mentre per l’italiano due volte campione del mondo il traguardo è ben più illuminato. Certo, i mancati sorpassi di Marquez e Zarco (suo compagno di squadra che, sempre a detta di Marquez, ha evitato a Martin un sorpasso difficile da digerire) non chiudono definitivamente le porte al pilota iberico.

Ma la strada è più tortuosa e pendente che mai. Anche il miglior Martin potrebbe non bastare, mentre un attento Bagnaia sarebbe più che sufficiente. Vedremo fra meno di una settimana come andranno le cose. L’ultima tappa di un campionato tutt’altro che banale sta per iniziare. Un numero uno ci sarà sicuramente.

Impostazioni privacy