Mazda, partnership con Toyota e Subaru per i biocarburanti

Le casa automobilistiche confermano il proprio impegno per ridurre le emissioni, lavorando su combustibili alternativi per i motori endotermici

Mazda, partnership con Toyota e Subaru per i biocarburanti

Mazda, auto a biodiesel - Foto Mazda Press

Mazda, Toyota e Subaru, insieme a Kawasaki Heavy Industries e Yamaha, stanno lavorando insieme per lo sviluppo di combustibili alternativi per i motori a combustione interna. Il marchi nipponici, infatti, sono intenzionati a continuare ad espandere la propria gamma di motori ibridi con l’aggiunta di nuovi propulsori plug-in ma allo stesso tempo vuole continuare la ricerca nel campo del biodiesel di ultima generazione.

Mazda in gara con un carburante speciale

Proprio Mazda, ad esempio, ha partecipato alla gara della serie Super Taikyu Race che si è svolta sul Circuito Internazionale di Okayama lo scorso fine settimana (13-14 novembre), schierando una vettura dotata di un motore diesel convenzionale alimentato con carburante a base 100% biologica ottenuto da olio da cucina usato e grassi di microalghe. Secondo l’azienda, infatti, i combustibili biodiesel svolgono un ruolo di primo piano come fonte eccellente di combustibile liquido nel promuovere la neutralità al carbonio.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti