McDonald's e FCA insieme, con l'e-commerce è possibile ordinare dalla propria auto

mcdonalds fca

Le auto moderne sono sempre connesse e tecnologiche e, proprio per questo, McDonald’s e FCA hanno deciso di sfruttare la possibilità di portare l’e-commerce a bordo dei veicoli per dare vita a un’iniziativa decisamente particolare che potrebbe rivoluzionare il mondo di concepire l’automobile: dalla prima metà del 2020, infatti, sarà possibile ordinare il pasto attraverso il display di alcuni modelli dei marchi FCA, pagare con sistemi elettronici online o carte di credito e decidere presso quale caffetterie sarà possibile ritirare il sacchetto direttamente dall’auto.

Continua a leggere

Continua a leggere

In Brasile è possibile ordinare direttamente dall’auto

Un’iniziativa, quella messa in piedi dal gigante dei fast food e dal gruppo italo-americano, che rappresenta una delle più logiche espansioni dei servizi che sono resi possibili dalle connected car e all’evoluzione delle reti dati, ma che permetterà, per il momento solo in Brasile, di decidere in anticipo cosa mangiare, ordinarlo comodamente seduti al posto di guida e ritirarlo poi presso il fast food più adatto alle proprie esigenze; su alcuni dei modelli a marchio FCA, quindi sarà possibile l’invio di ordini dei cibi e delle bevande disponibili presso la rete della celebre M gialla. “Durante il loro viaggio in macchina accade spesso che i consumatori chiedano informazioni e relazioni con marchi diversi da FCA. Ecco perché dobbiamo identificare queste necessità e connettersi con i marchi preferiti dai consumatori. La sfida è quella di sviluppare soluzioni in cui la complessità non è percepita dall’utente, che vede solo i vantaggi” ha dichiarato Breno Kamei, direttore ricerca e intelligence competitiva FCA per l’America Latina.

Quella che verrà data ai clienti FCA in Brasile non è una novità assoluta in quanto già nel 2018 era stata Renault a testare una piattaforma, ma il gruppo italo-americano sarà il primo in assoluto a implementare in maniera permanente un servizio del genere sulle proprie vetture. Una rivoluzione che potrebbe presto arrivare anche in altri mercati aprendo le porte a una nuova frontiera non solo dell’e-commerce, ma dell’intero settore automobilistico dove le vetture non saranno più solo mezzi di trasporto ma veri e propri uffici viaggianti attraverso i quali poter ordinare anche il cibo.

Parole di Matteo Vana

Da non perdere