Mercedes classe T, il compatto premium per la famiglia e il tempo libero

Questo Van multispazio allarga l'offerta della casa di Stoccarda ed è disponibile sia diesel che benzina

Mercedes Classe T

Fonte Mercedes

Mercedes-Benz amplia la gamma di modelli per famiglie e per gli amanti delle attività nel tempo libero introducendo sul mercato il classe T. Un Van multispazio sviluppato in collaborazione con Renault. Mercedes Classe T risulta compatto e con cinque sedili è lunga 4.498 mm, larga 1.859 mm e alta 1.811 mm.

Verrà però presto realizzato anche un modello con passo lungo e fino a sette posti a sedere. Il bordo di carico ribassato di soli 561 mm semplifica il carico di oggetti pesanti.

Porte scorrevoli ad ampia apertura su entrambi i lati del veicolo consentono di accedere comodamente al vano posteriore. I bambini possono così salire e scendere in modo rapido e sicuro anche dove le strade sono strette e gli spazi di parcheggio minimi. E il carico può essere effettuato in modo flessibile da tre lati, portellone posteriore incluso.

Un buon equipaggiamento di serie

Mercedes Classe T interni

Due le versioni di equipaggiamento. La Style sinonimo di design raffinato con un tocco dinamico e la Progressive, che punta invece ancora di più su eleganza ed equipaggiamento raffinato.

L’equipaggiamento di serie di Mercedes Classe T comprende il sistema di infotainment MBUX con touchscreen da 7″ e integrazione per smartphone, volante multifunzione con pulsanti Touch Control, climatizzatore, KEYLESS Start, strumentazione con grande display a colori da 5,5″, sedile lato guida regolabile in altezza, un cassetto portaoggetti con chiusura, una copertura del vano di carico, nonché tasche negli schienali dei sedili anteriori.

A ciò si aggiungono l’illuminazione dell’abitacolo con tecnologia LED e, in funzione dell’equipaggiamento, l’illuminazione di atmosfera con massimo otto tonalità di colore (Style Line e Progressive Line).

La Classe T dispone inoltre di serie del sistema di infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience). Tra i suoi punti i forza vi sono software con teach-in, display ad alta risoluzione, integrazione per smartphone di Apple Car Play e Android Auto, impianto vivavoce con connessione Bluetooth e la radio digitale (DAB e DAB+).

Ugualmente all’avanguardia sono il sistema di comando intuitivo tramite touchscreen da 7″, pulsanti Touch Control sul volante o, in abbinamento al pacchetto di navigazione opzionale, tramite assistente vocale “Hey Mercedes”, in grado di comprendere anche il linguaggio colloquiale: l’utente non ha più bisogno di imparare formulazioni predefinite.

Numerosi sistemi di assistenza alla guida e sette airbag di serie

Oltre alla segnalazione di riduzione della pressione pneumatici e al sistema di chiamata di emergenza Mercedes‑Benz, di serie, a bordo, sono previsti numerosi sistemi di assistenza alla guida.

Tra questi vi sono il sistema di assistenza alla partenza in salita, il sistema di assistenza in presenza di vento laterale, l’ATTENTION ASSIST, il sistema di assistenza alla frenata attiva con funzione di assistenza agli incroci, il sistema antisbandamento attivo, il Blind Spot Assist e il sistema di rilevamento automatico del limite di velocità.

A richiesta è disponibile il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida, che include anche il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza DISTRONIC (disponibile anche come opzione singola) e il sistema di assistenza allo sterzo attivo.

A maggior comfort e sicurezza in entrata e uscita dal parcheggio provvedono, a richiesta, il sistema di assistenza al parcheggio attivo PARKTRONIC e la telecamera per la retromarcia assistita.

In combinazione con il giunto di accoppiamento del rimorchio opzionale, la Classe T dispone anche del sistema di stabilizzazione del rimorchio. All’alto livello di sicurezza contribuiscono inoltre i fari LED High Performance opzionali (di serie per la linea Progressive).

Nelle ore notturne questo equipaggiamento offre maggiore sicurezza grazie all’ampia distribuzione della luce e al colore della luce simile alla luce naturale. Inoltre consuma meno energia.

Sicurezza anche per i più piccoli

Mercedes Classe T sicurezza per bambini

Le dotazioni di sicurezza non dimenticano i più piccoli. I sistemi di fissaggio per i seggiolini dei bambini, conformi allo standard iSize e provvisti di ancoraggi ISOFIX e TopTether, sono presenti sui sedili posteriori esterni e sul sedile lato passeggero anteriore.

Affinché l’airbag lato passeggero anteriore venga disattivato per motivi di sicurezza nel caso in cui i passeggeri più piccoli siedano accanto al conducente, è stato installato un dispositivo di riconoscimento automatico del seggiolino. Un tappetino integrato nel piano di seduta riconosce se è stato installato un seggiolino in base alla ripartizione del peso.

Pertanto non è necessario utilizzare gli speciali seggiolini dotati di transponder. Per un quarto bambino è possibile applicare un rialzo sul sedile centrale del divano posteriore.

Per ulteriore protezione dei bambini, le porte scorrevoli e gli alzacristalli elettrici opzionali nel vano posteriore sono equipaggiati con un’apposita sicura.

Mercedes Classe T, la gamma motori

Mercedes Classe T profilo anteriore

Per l’introduzione sul mercato sono disponibili un motore diesel e uno a benzina rispettivamente con due livelli di potenza.

I motori a quattro cilindri sono caratterizzati da alta potenza già a bassi numeri di giri e da ottimizzati valori di consumi.

Per un’accelerazione ancora maggiore, ad esempio durante un sorpasso, il potente modello diesel da 85 kW offre anche una funzione Overpower/Overtorque, che consente di ottenere temporaneamente un aumento della potenza fino a 89 kW e un aumento della coppia che può raggiungere i 295 Nm.

Tutti i motori dispongono anche della funzione ECO Start/Stop. Oltre al cambio manuale a sei marce, i due modelli diesel e benzina più potenti possono essere equipaggiati anche con il cambio a doppia frizione a sette rapporti (DCT). 

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!