Mercedes-Ferrari, sfida a colpi di milioni di euro: balla una cifra mostruosa

Tra Ferrari e Mercedes sta divampando la sfida per il secondo posto nei costruttori. Ecco la somma che balla in caso di medaglia d’argento.

Si sono sfidate per l’intero campionato, alle spalle dell’inarrivabile Red Bull Racing, e nello scenario suggestivo di Abu Dhabi, Ferrari e Mercedes si guadagneranno il riconoscimento di vice campione del mondo. Nella scorsa annata, a parti invertite, erano Hamilton e Russell a cercare la rimonta su Leclerc e Sainz, stavolta spetterà ai ferraristi attaccare.

Mercedes-Ferrari, sfida a 360°
Testa a testa tra Ferrari e Mercedes (Ansa) allaguida.it

L’era Binotto si è concluso con un secondo posto a distanza siderale dal drink team austriaco. Per il neo team principal, Frederic Vasseur, sembra che vi sia ancora margine per pareggiare il risultato ottenuto dall’ing. di Losanna. La Rossa deve recuperare soli 4 punti e, in caso di arrivo a pari merito, sarebbero avanti per la vittoria di Sainz a Singapore, l’unica non marchiata dal team di Milton Keynes nel 2023. E’ stato un campionato scontato, tuttavia il finale di stagione ha messo in mostra una SF-23 progredita.

Sono piovute pole position e podi in rapida successione. Dopo il break estivo è salito in cattedra Sainz che con il trionfo sul cittadino di Singapore e altri podi ha dato nuova linfa alla Scuderia. Ci ha pensato Leclerc, a Città del Messico e a Las Vegas, a tenere vive le speranze di secondo posto. La Mercedes, invece, è crollata e oramai è all’angolo. Nella scorsa tappa ha perso 16 punti e non sono mai sembrati della partita.

Con un pizzico di sfortuna in meno la Rossa sarebbe già, stabilmente, al secondo posto. Il famoso tombino del Nevada ha rovinato la corsa di Sainz, caparbio a risalire poi al sesto posto. Ora non sono più ammessi margini di errori. La favorita numero 1 per la conquista della vittoria è la Red Bull Racing che, salvo clamorosi scenari, potrebbe chiudere con una facile doppietta ad Abu Dhabi. Mercedes e Ferrari si giocheranno il podio e le posizioni, immediatamente, sotto il terzo gradino.

Ferrari vs Mercedes, questione di soldi

Al di là del prestigio di confermarsi vice campioni del mondo, la squadra italiana potrebbe cogliere al volo l’occasione di incassare 10 milioni di dollari in più. Al cambio attuale parliamo di oltre 9,1 milioni che nel circus attuale, fatto di limitazioni legate al budget cap, significano tantissimo. Il weekend non è iniziato, però, nel migliore dei modi.

Ferrari vs Mercedes, questione di soldi
Duello finale tra Ferrari e Mercedes (Ansa) allaguida.it

Carlos Sainz è stato protagonista di un crash nelle seconde prove libere, causando ingenti danni alla SF-23, Charles Leclerc, invece, si è subito trovato a suo agio sul tracciato di Yas Marina. Leclerc è convinto delle potenzialità della sua monoposto ed è pronto a dare una dimostrazione di forza. “Ritengo che, in una stagione in cui la Red Bull ha dominato ed è stata così costante, l’orgoglio per la P2 è quello di mettere in mostra il miglior recupero o il migliore degli altri. Quest’anno ha ancora più importanza“, ha sancito il monegasco in una intervista riportata su Crash.net.

Terminare al secondo posto rappresenterebbe una grande spinta anche in vista del 2024. Sia Mercedes che Ferrari sono focalizzate sul progetto del prossimo anno, ma vorrebbero chiudere in bellezza in P2. C’è fiducia anche nel box della Stella a tre punte. Lewis Hamilton tornerà sul tracciato che gli ha regalato gioie e dolori in passato con la piena consapevolezza di poter fare la differenza a bordo della sua W14.

Impostazioni privacy