Michelin: con gli pneumatici di nuova generazione punta alla neutralità di carbonio

Una rivoluzione etica e sostenibile che coinvolge ogni aspetto della produzione degli pneumatici, compreso maggiore sicurezza ed equità per i lavoratori

Michelin: con gli pneumatici di nuova generazione punta alla neutralità di carbonio

Foto Getty Images | James Moy Photography

Il gruppo Michelin si è prefissato un ambizioso obiettivo: raggiungere la neutralità di carbonio entro il 2050, dimezzando le emissioni rispetto al 2010 entro il 2030. Per riuscirci, vuole aumentare fino al 40% le materie prime sostenibili impiegate per la produzione di pneumatici, raggiungendo poi la totalità entro i prossimi 30 anni.

All Sustainable Strategy è il nome del progetto Michelin che prevede un miglioramento di tutti gli aspetti aziendali, ovvero quello finanziario, ambientale, sociale e culturale. Tutto questo significa che in ogni stabilimento non deve essere solo rivista la produzione, ma anche l’equità e la sicurezza dei lavoratori, così come l’organizzazione di tutta la catena produttiva. Tutto sarà basato su tre P strategiche, ovvero People, Planet e Profit: la creazione di profitto rimane l’obiettivo fondamentale, senza trascurare le persone che lavorano presso Michelin e l’impatto sul pianeta.

L’Italia è un tassello chiave di questo importante cambiamento per il gruppo, poiché con gli stabilimenti di Cuneo, specializzato nella produzione di pneumatici per vetture, e quello di Alessandria, che invece produce quelli per autocarro, risulta il primo fabbricante italiano di pneumatici: 14 milioni l’anno. Inoltre, è il primo datore di lavoro sul territorio italiano per quanto riguarda questo settore e sulle succursali italiane sono state investiti, tra il 2016 e il 2020, 308 milioni di euro, sottolineando l’intenzione di Michelin di voler crescere sul territorio, credendo fortemente nella produzione qui portata avanti.

Michelin: due nuove tipologie di pneumatici green

Nell’ottica dunque di questa importante transizione portata avanti da Michelin in ottica di sostenibilità, un occhio di riguardo è riservato alla produzione di carbonio in ogni fase della lavorazione.

Come primo passo verso il suo annullamento, sono stati proposti due modelli di pneumatici CO2 free, possibile grazie anche alla compensazione tramite il progetto Livelihoods Carbon Fund. Il Michelin e.Primacy è dedicato ad autovetture e ai suv, mentre Pilot Sport EV è il primo pneumatico sportivo dedicato alle vetture elettriche ad alte prestazioni.

Michelin e.Primacy è il primo pneumatico disponibile sul mercato per il quale è stata pubblicata la cosiddetta Dichiarazione Ambientale di Prodotto e ha una classificazione A+ per quanto riguarda l’efficienza energetica, che si traduce in un risparmio di 0,21 litri di carburante ogni 100 km, per un totale di 80 € per tutta la vita dello pneumatico. Tutto questo significa meno emissioni di CO2, in un circolo virtuoso di sostenibilità.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.